lunedì 18 marzo 2013

Le Storie #6. Ritorno a Berlino

Una Storia di cui apprezzo l'idea e il tentativo, ma meno il risultato finale. "Colpa" (virgolette d'obbligo, che alle cose va data la giusta dimensione) dell'autore? Anche no a dire il vero....anzi: forse è tutto dovuto ad un eccesso di ambizione.

La trama
Si tratta di una classica storia che affonda le sue radici nei plot tipici dei thriller spionistici . 
Abbiamo, nell'ordine, un circolo segreto infiltratosi a tutti i livelli dei settori politici ed economici e che ovviamente è disposto a tutto pur di mantenere il segreto sulla propria esistenza, un ex sicario in cerca di redenzione, un ragazzo perseguitato da un passato che non ricorda e una giovane procuratrice che cerca di fare il proprio lavoro pur tra tanti ostacoli. 
Di per se ci sarebbe tutto per tirarne fuori una bellissima mini-serie. Appunto, una miniserie (magari in 6 numeri) e non un singolo albo nel quale, come è facilmente intuibile  i tanti risvolti della trama vengono compressi in maniera eccessiva. 
Alla fine, infatti, ci troviamo a non aver capito davvero nulla di Osiride 2 (e la spiegazione appare fin troppo sbrigativa), non proviamo alcuna particolare simpatia ne per il protagonista, ne per la procuratrice e restiamo dispiaciuti di non aver conosciuto meglio il vecchio sicario, di gran lunga la figura più interessante della storia. 
Insomma....peccato! 

Disegni
Ai disegni Morales e De Cubellis il loro lo fanno appieno. Magari preferisco, a livello personale, un tratto più dettagliato, ma ad essere sinceri non mi pare si possano muovere critiche particolari al lavoro dei due autori.

Valutazione
Soggetto: 6.5
Sceneggiatura: 6
Disegni: 7