mercoledì 30 ottobre 2013

Juve - Catania 4-0. Gli è andata ad arancini in.....diciamo in faccia..

Uno legge 4-0 e dice che è stata una figata. Cioè si, il risultato è una figata mica ci si gira attorno, ma per il resto...

martedì 29 ottobre 2013

The Walking Dead 4x03 - Isolamento....poi ogni tanto ti svegliavi...

C'è che sti signori della AMC si sono fatti dannatamente furbi....che nel mezzo di una puntata che è stata denunciata dalle associazioni di consumatori per abuso di abbiocco  e logorrea selvaggia ti ci hanno infilato quei due riferimenti al fumetto che a te hanno fatto fare i saltelli carpiati sulla seggiola.. 

Il Rick versione Coglione 3.0 che si sfascia la mano e che fa a cazzotti con Tyreese (mannaggia a sto nome da diversamente bianco che devo sempre controllare con quante cazzo di E si scriva...)


domenica 27 ottobre 2013

Juve - Genoa 2-0....scusate il ritardo!


Che, oh, era pure ora che arrivasse una partita così senza troppi problemi....anche se oggettivamente mi stavo abituando a partire sotto per 1-0.....portava meglio che andare avanti 2-0...

Partita di quelle dure, con Gasperini che ad inizio partita  scarica Gilardino davanti alla porta bianconera e ci dice "We, fai il bravo fino a mezzogiorno e cerca di farti degli amici!" e poi va via, torna a Genoa che le code sono un casino e poi al casello finisce che trovi sempre quello che entra nella corsia del telepass anche se non ha il telepass...


sabato 26 ottobre 2013

Agents of S.H.I.E.L.D 1x05 - Girl in the flower dress. Vabbè, dai, facciamo finta che...

Ciao, sono il villain meno credibile che abbiate mai visto!
Continua la serie dedicata agli agenti dello S.H.I.E.L.D. dove tra una comparsa e l'altra continuano a mancare solo gli agenti dello S.H.I.E.L.D. e dove Coulson continua a dimostrarsi un fan del Rick Grimes di Walking Dead diventando ogni giorno un po' più coglione. 

Agenzia Alfa #29......santo cielo....

Un balenottero che contiene:

- una bella storia abortita prematuramente e che non capisci perchè accidenti sia stata gettata nel cassonetto quando invece avrebbe fatto un figurone nella serie regolare sulla distanza dei due albi. "Attacco alla Yakuza" è di fatto la sola storia veramente di qualità presente qui dentro, che gioca bene sul fattore nostalgia (richiamando nella prima parte i toni narrativi della defunta serie dedicata a Legs) e che richiama uno dei pochi temi narrativi del primo Nathan Never che valesse la pena riprendere oggi (la Yakuza appunto....che a differenza dei cyborg e dei ricordanti è un ritorno molto piacevole). Addirittura, grazie al cielo, vengono fati interagire ben 4 agenti! Se solo avessero deciso di farne una storia vera e non un raccontino che termina con uno spiegone infinito.... 

giovedì 24 ottobre 2013

mercoledì 23 ottobre 2013

Real Merda - Juve 2-1. La Banda Bassotti...


Che perdere a Madrid ci sta. Che mica ci son problemi. Ma se perdi contro una squadra che ha bisogno del rigore (giusto) e del regalo dell'arbitro, un alcolizzato palesemente in stato di ebrezza che non riesce a distinguere la linea di fondo campo da una striscia di coca non ci sta manco per il cazzo. 

Che il Real ha dimostrato che in Spagna si gioca un calcio dimmerda, subendo per buona parte del primo tempo e non riuscendo MAI a tirare in porta nel secondo anche con in 12 contro 10....una squadra dimmerda, che come al solito viene mandata avanti per inerzia.

Se ne vadano a cagare sti spagnoli e si godano un decennio di crisi. Se lo meritano tutto. 

P.S: Benzema e Bale...quelli erano solo Caceres e Bonucci....figurarsi che figure dimmerda facevate se aveste giocato negli anni di Cannavaro e Nesta...

P.P.S: a Torino portatevi la Vasellina che ve la si passa volentieri... 

martedì 22 ottobre 2013

Walking Dead 4X02 - Infetto


Meglio della prima puntata! Che a dire il vero settimana scorsa avevi lottato per rimanere sveglio e stavolta invece decisamente non hai fatto fatica, anche grazie ad un paio di momento emotivamente potenti. Poi, per carità, non è certo stata la miglior puntata di sempre, ma non fate i precisini fastidiosi... 

Il mio nome è Rick e sono il padre dell'anno... 

domenica 20 ottobre 2013

Fiorentina - Juve 4-2. Rossi di vergogna...

...guarda se mi devo ridurre a usare titoli da Tuttosport.... è una segnale grave di stordimento mentale, robe che se capitano sotto elezioni finisce che voti per Pernascone convinto che ne sappia... 

sabato 19 ottobre 2013

Orfani #1- Piccoli spaventati guerrieri. Tanto saltò la scimmia che alla fine prese il volo :-)

Abbiamo atteso. Tanto? No, solo il giusto. Il tempo necessario a creare una bomba atomica che spazza via ogni possibilità di tirare fuori una recensione vera e propria (ci sarà tempo in futuro!). 
La fantascienza vive, il fumetto italiano risponde alla crisi colpo su colpo (non solo con questa serie, sia chiaro, ma con tante iniziative) e il tuo entusiasmo tocca nuove vette. 

venerdì 18 ottobre 2013

Arrow 2x01-02 - City of Heroes/Identity. Con un certo ritardo, ma le hai viste!

C'è che adesso in tv di colpo c'è troppa roba e non fai mica in tempo a vederla tutta! Che Agents of S.H.I.E.L.D. (BUUUU!), Arrow, Revolution, Walking Dead....pausa! 

In ogni caso hai iniziato la seconda serie di Arrow. Che per i primi due episodi è esattamente identica alla prima (alla fine c'è anche un parere serio, eh!)... 

1- Pettonudismo. Che in questa serie, lo abbiamo capito, colmano i buchi di sceneggiatura con l'uso spropositato di muscoli.....vagli a spiegare che il 90% del pubblico è maschile e vorrebbe altri pettorali... 


giovedì 17 ottobre 2013

Agents of S.H.I.E.L.D S1E04 - Eye Spy. Grandi dormite ad alta quota...

guardate bene per terra! Potrebbe esserci una buona sceneggiatura! 
Una puntata che non è stata brutta. Solo fastidiosa e irritante, che è nettamente molto peggio, all'interno di una serie che sembra fatta per insegnarti tutti i modi in cui puoi rimanere deluso e che sembra stia risparmiando sulle idee per arrivare in qualche modo ai 22-24 episodi della stagione. 
Cioè: a parte il fatto che questa più che una squadra di agenti segreti è una delegazione di Boy Scout che a malapena ha imparato ad accendere il fuoco con i legnetti.....ma possibile che la puntata ruoti attorno al fatto che nessuno crede all'esistenza di poteri ESP? In un mondo che ha visto alieni, miliardari in armatura, dei Asgardiani e tizi verdi che spaccano ci sono ancora degli scettici????? 

Elementi della puntata? Presto detto: 

I 10 migliori pezzi dei Blind Guardian...


Si lo so! Negli ultimi due giorni vi ho trascurato....impegni maledetti! Rimediamo con questo post e quello che vi pubblico poi con il commento alla 4° puntata di Agents of S.H.I.E.L.D. (domani il commento al primo numero di "Orfani"...)


Allora, musica. I Blind Guardian rappresentano una sorta di passaggio obbligato per tutti i metallari e su questo non si discute. Come non si discute che il gruppo sia tra i più amati della storia nonostante la voce mediamente orrenda che cerca in qualche modo di stare dietro alla note....ciò detto...

lunedì 14 ottobre 2013

The Walking Dead S4E01 - Calma apparente

Evvai! Che finalmente hanno attaccato con la 4° stagione della serie preferita tipo di tutti e che è anche la sola cosa con gli Zombie fatta bene attualmente in giro (e a cui non smetterò mai di dire grazie per aver spazzato via la moda dei vampiri finocchi....). Che poi nella prima puntata non è successo un menga, ma insomma...dai...

Un episodio nel quale assistiamo all'inizio di una nuova vita per Rick, che abbandonate le vesti del capo e del maniaco uscito di testa che risponde ai telefoni senza fili facendo finta di avere le rivelazioni dall'altro mondo come una mama Zingara a caso si è dato alla sua vera passione... 

Le Storie #13 - Il Moschettiere di Ferro. O di come ti comprimo una storia..

Premessa necessaria
Leggendo questa storia mi sono tornate alla mente alcune considerazioni. La prima era mia personale ed era già stata indicata nelle recensione de "La rivolta dei Sepoy" (Le Storie #3) e in quella di "Ritorno a Berlino" (Le Storie #6) quando parlavo di belle storie che però erano più adatte al formato di una miniserie che a quello di un singolo albo. 
La seconda è una considerazione fatta da Michele Medda (il papà di Nathan Never e della bellissima mini "Caravan" e tante altre cose ancora) quando in una recente intervista (questa) indicava la necessità di dare vita a delle miniserie in formato ancora più ridotto di quello attuale ovvero non più di 12,14 o 18 albi, ma anche solo 3-4 come si fa in altre parti del mondo. E sinceramente sono del tutto d'accordo con lui. 

sabato 12 ottobre 2013

10 film che rivedi sempre molto volentieri

Per la nota questo è il classico post scritto da mesi, che aspettava sonnecchiando nel tuo pc per quando non avevi tempo di scrivere. L'idea (per nulla originale) ti è venuta dopo aver visto per la milionesima volta L'ultimo boy scout, il film del mai abbastanza compianto Tony Scott (vi ho mai detto che preferisco i suoi film a quelli del molto più osannato fratello Ridley? Ecco, in ogni caso ora lo sapete... ). Quali sono i film che vedi sempre molto volentieri? Ecco, questi... 

1- L'ultimo boy scout

Regia di Tony Scott, sceneggiatura di Shane Black. 

venerdì 11 ottobre 2013

Agents of S.H.I.E.L.D. S1E03 - The Asset....e vabbè dai...

Puntata ricca di cose mai viste questa, ma che proprio non ti dico....

1-Agenti dello S.H.I.E.L.D. arruolati nelle migliori tavole calde...

Dragonero #5- Il raduno degli scout.


Prima di parlare di questo albo e del suo contenuto bisogna fare un discorso più generico relativo ai "mondi" fantasy e alla continuity in generale. 

Partiamo da una domanda la cui risposta può essere difficilissima: come si introduce un mondo completamente inventato, completamente nuovo e ricco di razze e civiltà puramente inventate? 
I modi sono due. Il primo consiste nel creare dei capitoli esclusivamente dedicati a questo fine e che di solito prendono il nome di "appendici", di soilito molto apprezzati dai fans del genere (tu compreso). Va da se però che tale metodo non è utilizzabile in una serie a fumetti e per questo rimane il secondo metodo, ossia introdurre gradualmente tali elementi nel corso della narrazione. Un riferimento qui, un racconto la e una spiegazioni lasciata a metà. Ovviamente tale metodo comporta dei rischi perchè può appesantire la narrazione (troppe divagazioni rallentano il ritmo) e c'è il rischio che gli stessi autori non ricordino tutto quello che hanno scritto (specie a distanza di anni).
Ecco, in questo albo abbiamo una via di mezzo tra le due cose. E, pur capendone la necessità, non è che funzioni benissimo.... 

giovedì 10 ottobre 2013

Gravity - La recensione. Quel complesso che non hai più!


Osannato dalla critica, devastante ai botteghini (61 milioni sono negli Usa dopo 3 giorni) Gravity è un film che meriterebbe un discorso lunghissimo. Che tu non farai sopratutto per una mancanza di mezzi culturali e quindi parlerai da semplice spettatore.

Uno e uno solo
Gravity è un film unico, con un solo genitore lontano nel tempo, quasi un creatore divino, da cui prende ispirazione negli aspetti esteriori ma difendendo l'assoluta originalità della propria anima.
Un film che quasi non ha storia (due astronauti alla deriva nello spazio che devono riconquistare la terra...e fine) eppure un film che per una appassionato di fantascienza (o di pura e semplice scienza astronomica vista la concretezza della pellicola) risulta indimenticabile e di bellezza tale da provocare una crisi epilettica di fronte ad alcune sequenze visivamente inarrivabili per il cinema fracassone e spesso vuoto di oggi.

martedì 8 ottobre 2013

Come uno in colonna che non sa che fare (e salvato dal Signore dei Ratti!)....



...che te ne stavi andando a farti gli affari tuoi, che è cosa buona e giusta, quando capita che ti becchi la colonna infame che ti fa perdere delle ore. Naturalmente la colonna è stata provocata da un giovane camionista babbeo (e quindi indegno della categoria dei camionisti fatta di gente che al volante potrebbe dare lezioni anche ad Alonso e Vettel) che non ha letto le misure di un ponticello e crack! Ci è rimasto incastrato, il coglione!

lunedì 7 ottobre 2013

Dampyr #163 - Halloween. Pennellate d'autore!


Più che la storia poterono i disegni. E questo è, grossolanamente parlando, il riassunto dell'albo in questione. Che contiene una storia senz'altro divertente, assolutamente adeguata agli altissimi standard qualitativi a cui Boselli ci ha abituato, ma che di per se passerebbe in fretta senza magari lasciare grandi tracce nella memoria del lettore (poi mi spiego, che se non sembra una frase offensiva, cosa che non è e non vuole essere), ma che offre una prova monumentale ai pennelli. 

domenica 6 ottobre 2013

Juve - Milan 3-2. Scherzi a parte...


Scherzi da Muntari, robe da cinesi di Milano e nani ballerini che fan gol che non ti aspetti. Una partita che, oh, te per dire hai guardato da un canale russo in streaming, che anche se hai l'abbonamento Sky non avevi NESSUNA voglia di ascoltare quel rosicone di Bergomi con i suoi commenti del cazzo che fanno irritare perfino un tifoso merdazzurro. E non si preoccupi...che a fine anno il Milan avrà più punti dei cugini farlocchi di parenti ignoti... 

venerdì 4 ottobre 2013

I 10 migliori pezzi dei Metallica (prima che impazzissero, morissero e rinsavissero)


Che prima dei tempi bui, di quell'album NON-metal che fu il Black Album, di quelle robe uscite dall'inferno note come Load (AAAHHHH!), Reload (BLURP!) e, mi vien male, St. Anger e del ritorno della luce con Death Magnetic (Grazie Rick Rubin!) c'era un gruppo pazzesco (con un batterista di merda) che suonava come nessuno (tranne il batterista che era una merda) e che predicava la vera musica nel mondo (ad eccezione del batterista che era una merda). E allora, tra le cose uscivano alcune perle. 

1- Seek and Destroy 
Direttamente dalle origini, da Kill'em All, negli anni in cui dalla Bay Area usciva di tutto, tipo Exodus, Testament, Megadeth e via dicendo....bei tempi... 

2- The Four Hourseman
Ah...il benedetto distorsore.... 

3- Ride the Lightning 

Semplicemente il SECONDO miglior album degli anni '80 con la migliore title track mai realizzata da un gruppo americano (la migliore di un gruppo europeo è Imagination From the Other Side dei Blind Guardian...). 

4- For whom the bell tolls 
"Take a look to the sky just before you die 
It's the last time he will 
Blackened roar, massive roar, fills the crumbling sky 
Shattered goal fills his soul with a ruthless cry 
Stranger now are his eyes to this mystery 
He hears the silence so loud 
Crack of dawn, all is gone except the will to be 
Now they see what will be, blinded eyes to see"

Che cazzo volete di più da una canzone? 

5- Fade to black
C'era soprattutto tanto Cliff Burton in questo pezzo. E già questo ti fa venire la lacrimuccia... 

6- Master of Puppets 
Ecco qui il MIGLIOR album degli anni '80 (di genere si intende), con una delle 10 copertine più belle della storia del metal. Title track mezzo gradino sotto a Ride the Linghtning, ma 20 passi avanti ad ogni altro rivale 
...

7- The thing that should not be 
MONUMENTALE. IMMORTALE. UNICA.
Lovecraft nella sua essenza più pura e con un testo semplicissimo.... 

Messenger of Fear in sight
Dark deception kills the light

Hybrid children watch the sea
Pray for Father, roaming free

Fearless Wretch
Insanity
He watches
Lurking beneath the sea
Great Old One
Forbidden site
He searches
Hunter of the Shadows is rising


Immortal
In madness You dwell

Crawling Chaos, underground
Cult has summoned, twisted sound

Out from ruins once possessed
Fallen city, living death


Fearless Wretch
Insanity
He watches
Lurking beneath the sea
Timeless sleep
Has been upset
He awakens
Hunter of the Shadows is rising

Immortal
In madness You dwell

Not dead which eternal lie
Stranger eons Death may die
Drain you of your sanity
Face The Thing That Should Not Be

Fearless Wretch
Insanity
He watches
Lurking beneath the sea
Great Old One
Forbidden site
He searches
Hunter of the Shadows is rising

8- Welcome Home (Sanitarium) 

Assassinata, suo malgrado, da una sfilza di cover tremende, la canzone si ispira a un capolavoro del cinema, ossia "Qualcuno volò sul nido del cuculo". Purtroppo nessuno dei loro emuli ha mai capito il senso profondo della canzone... 

9- One 
....And Justice for All rappresenta l'inizio della fine, pieno zeppo di arrangiamenti sofisticati e quasi prog....ma resta un grande album.... Ah, il film, lo sapete tutti, è "E Johnny prese il fucile", capolavoro di una crudezza raggelante. 

10- To Live is to Die 

Per tutto quello che significa. 

"When a man lies he murders some part of the world
These are the pale deaths which men miscall their lives
All this I cannot bear to witness any longer
Cannot the kingdom of salvation take me home"

R.I.P.



giovedì 3 ottobre 2013

Agents of S.H.I.E.L.D. - S1E02, 0-8-4......cioè, anche no...

ammazza che plot dimmerda.....
E niente, la fai breve. Ti era piaciuto tanto il primo episodio così pieno di riferimenti al Marvel Universe, zeppo di citazioni e di battute che facevano ridere e che ti aveva dato l'idea di una serie dalle potenzialità infinite. Che, oh, le potenzialità restano tutte, solo che stavolta hanno deciso di farne una via di mezzo tra una serie d'azione a basso costo e un doppione di NCIS. 

"uhmm....maledetti fagioli..."

Due citazioni messe li per contratto, una sfilza di battute che NON fanno ridere per un episodio che contiene il 100% di noia in più del precedente e una dose di dabbenaggini non indifferenti. E tutto incollando assieme tre location per mascherare (male) i limiti di budget e un paio di idee non convincenti ne a livello di trama, ne di tecnologia e che, messa li, non da alcun contributo ai fini della continuity. Poi, certo, va detto che in una serie, un episodio di questo tipo (quello in cui la squadra entra in sintonia) di solito tocca sempre sopportarlo... 

In sostanza, fatta eccezione per la scenetta finale, quella dopo la conclusione dell'episodio, una puntata dimenticabile... 

Appunto...beviamoci sopra.... e speriamo nel prossimo episodio... 


P.S.: se poi a voi è piaciuto tanto meglio, eh! 


mercoledì 2 ottobre 2013

Juve - Galatasaray 2-2. Robe turche!

ma che cazzo???? 
Dovrebbe essere una partita di quelle in cui vedi un'arrembaggio all'arma bianca, i turchi ricacciati a mare, le fiamme di Lepanto, le mezzelune spezzate e la santa croce tornare a brillare sopra alla città santa di Torino... 
DIO LO VUOLE!!!

E invece. E invece quelli, sadici e spietati come ogni stramaledetto venditore di tappeti tarocchi al bazar che devi pagare in anticipo che poi te li mandano a domicilio e a domicilio ti arriva solo un messo turco che ti fa le pernacchie e ti da del coglione, si son messi fuori dallo stadio con i loro baracchini del Kebab che davano via a metà prezzo a tutti i giocatori della Juve.  

complice il ritiro di Federica Nargi la sfida della pateronza la vincono quelli con la top player Yolanthe Cabau
Che, furbi, ci cascano e poi in campo ci vanno con la panza gonfia e il carburo di birra e quindi anziché correre sono impegnati a non vomitare e capire come cazzo si fa a fare una bibita al sapore di yogurt salato....che è una merda assurda..... Capita. 
Mancini spiega la tattica di gioco ai suoi... 

Come capita che Mancini continui a passare per un grande allenatore nonostante schieri la sua squadra con un fantastico 8-1-1, nasconda Sneijder sotto al prato per non farlo stancare che se no poi non taccona bene con la moglie,
Marotta! Mano al portafoglio!!!
ordini a Melo di ammazzare anche un paio di passanti (peccato non abbia avuto il tempo di passare oggi al Senato..) e lasci Drogba davanti a firmare autografi a Bonucci e parli dei tempi della guerra partigiana con Buffon. 

La partita è tutta qui e non succede una cippa ( a parte un rigore negato alla Juve e Vucinic sempre più in versione dipendente pubblico che timbra il cartellino e poi va a farsi i cazzi suoi dandosi malato) finché Bonucci, virtuoso, decide di imitare il Materazzi dei tempi d'oro cercando di fare autogol da metà campo. Non ci riesce, che Materazzi era unico, e allora il buon Drogba, caritatevole, decide di dare una mano al ragazzetto dopo aver evitato di perdere una gamba in contrasto su elegante uscita con Buffon. 


Basta. 

Secondo tempo come il primo, con Pogba che, giovane e stolto è andato a mangiare un altro kebab corretto con la grappa e si trascina per il campo, Pirlo cerca di contrattare sul prezzo di un orologio falso, Vidal si da al Narghilè e Quaglia soffre di solitudine li davanti tutto solo. Al punto che dopo 20 minuti decide di dare una lezioni a sti pivelli extracomunitari e scippa un rigore. Se la imparano che la vera scuola di furto è Napoli! 
Rigore scippato e gol di rapina. 2-1 falso come le lacrime della Fornero, ma chi se ne frega.
Peccato che non riesci neanche a esultare che Isla decide di insistere con la società per la cessione all'Inter e si dimentica di tornare in difesa lasciando aperto un grande buco centrale 

il grande buco centrale

e un tizio dal nome che sembra una bestemmia piazza il 2-2. Cazzo, se davamo Isla all'Inter quelli adesso avevano 11 punti di meno.... 

Finisce li con un pari avvilente e la Juve che prende due gol su due tiri e mettendo a segno 4 assist.....avvilimento... 

E, beffa, lei se ne torna ad Istanbul....serata malededetta!!!!!!


Saguaro #17 - Anime perdute. Recensione.

Un'ottimo episodio che, senza tralasciare la gradevolissima trama investigativa, traghetta il nostro protagonista fuori dal precedente arco narrativo e ne arricchisce il background contribuendo quindi a rafforzare la struttura della serie. Ok, credo che sia meglio entrare nel merito prima di sembrare che si stia parlando di carpenteria. 

Non più in fuga, non più a caccia
Per una volta, la prima dopo parecchi mesi, al centro della scena c'è solo Thorn. Niente comprimari, niente nemici di vecchia data, niente complotti. E allora spazio all'approfondimento di un protagonista che rimane ancora in buona parte da approfondire e da conoscere  Per farlo Enna mette in scena una vicenda che regala il secondo accenno al passato dell'eroe e alla sua partecipazione alla guerra nel Vietnam (per chi non lo ricorda l'unico precedente è rappresentato dalle prime pagine de "Il morso del Cobra") arricchito da uno dei temi più spinosi della storia recente degli Stati Uniti, ossia il disprezzo sociale nei confronti degli incolpevoli reduci di quella vergognosa guerra.

Non temete però: Enna, come sempre attentissimo e bravissimo a bilanciare ogni sequenza, si guarda bene dal farne un albo carico di retorica trita e ritrita e usa il tutto solo come elemento di partenza preferendo dedicare ampio spazio al tema dell'ipocrisia sociale e del vuoto perbenismo all'interno dei quali cala un efferato omicidio. 
Il talento dell'autore consiste nella capacità di mescolare coerentemente tra loro tutti questi elementi imbastendo una trama articolata, sorprendente e profondamente triste in cui ogni frase, ogni sequenza, ogni dialogo influenza gli eventi ed è perfettamente funzionale alla narrazione del dramma. Da notare, in ultimo, che l'autore fugge anche alla tentazione di mettere in scena una sfilza di personaggi stereotipati ed anzi dedicando ampio spazio agli stessi al solo apprezzatissimo scopo di conferire loro profondità.  

Disegni 
Stavolta la prova della coppia Busticchi e Paesani ti è piaciuta. Lungi dall'essere nelle tue preferenze (si torna sempre al discorso che le mie sono opinioni del tutto personali), però stavolta riconosci più che volentieri che i personaggi sono raffigurati sempre coerentemente e che anche la loro espressività è credibile e non più eccessiva. C'è poi il discorso che Saguaro come serie non offre ai disegnatori grandi possibilità di virtuosismo (nessuno scenario particolarmente profondo date le ambientazioni sempre molto ristrette e ovviamente un taglio fortemente realista) e di questo bisogna sempre tenere conto.

Insomma 
Ottimo albo "di mezzo" in attesa del prossimo arco narrativo. E intanto il mese prossimo farà il suo esordio su questa serie Luigi Mignacco con una storia ambientata a New York.....e io sono uno dei 5-6 lettori a cui era piaciuto il ciclo di Mister No ambientato nella Grande Mela....  


Voto
Soggetto: 7.5
Sceneggiatore: 7.5
Disegni: 6.5





martedì 1 ottobre 2013

Rush - La recensione (anche se l'han già visto tutti....)


Non ce l'hai fatta ad andare prima al cinema e quindi oramai il 99% di chi era interessato a vedere il film lo ha già visto, sa già tutto e ci fa le pernacchie a questa recensione. 
Quindi la mettiamo giù facile: è uno dei film più belli che hai visto nell'ultimo paio di anni ed è, di gran lunga, il più bel film ambientato nel mondo delle corse automobilistiche di cui tu abbia ricordo. 
E tanto basterebbe. 
Perchè Ron Howard ti porta in scena in un colpo solo tutta l'epicità di una grande sfida, il dramma che lo accompagna e condisce tutto con un montaggio oggettivamente straordinario, da grande maestro del mezzo cinematografico. 
Se, come il sottoscritto, siete appassionati di Formula 1 ci troverete tutto quello che avete sempre sognato e alcune scene, quando a parlare sono i motori, vi faranno (vi hanno fatto) arrapare selvaggiamente. Se però anche non ve ne frega nulla e per voi i motori non significano una cippa andate lo stesso a vederlo, perchè sopra a tutto e tutti ci sono i due protagonisti, la loro straordinaria rivalità e una storia bellissima. 

quelli veri in una foto del 1976

Alla fine Rush è questo. Un film che, al netto di alcune estremizzazioni (Lauda e Hunt erano rivali, ma avevano trovato il tempo di diventare anche amici) e alcune simbologie evidenti e un po' tirate, ha una cosa rara: un'anima.  E che alla fine ti lascia dentro delle emozioni purissime.