martedì 12 marzo 2013

Il grande e potente Oz. Hai gradito e anche no, ma alla fine..dai!



Alla fine è stato un film, tutto sommato e soprassedendo su alcune cose un po' così, più che discreto.  Ma andiamo con buon ordine. Ove buon ordine=a caso.

Barney OZ Stinson 
Un film che si regge bene proprio grazie al suo protagonista. Un cazzone memorabile, sempre pronto ad ammaccare l'ennesima figura dimmerda e a darsela a game con il buon vecchio Usop davanti ai pericoli. Ma soprattutto la versione magica di Barney (quello di How I met your mother). Inizia intortandosi una squinzia, poi tratta come una patonza qualsiasi la strega Theodora (poi parliamo di lei), fa un giro in giostra su Evanora e finisce dando una botta alla bionda Glinda. Cinque alto e tutti in fila! 
boss...questa ce la ripassiamo in due? 
Il magico Mondo. A metà e in 3D
Ovviamente è il Mondo di Oz. Che significa un mondo pieno di luoghi meravigliosi e dove tutto è possibile. E per di più semplificato dal fatto di dover solo creare qualcosa che possa infilarsi nel solco del racconto classico.  Però alla fine si poteva fare di meglio. Che tutto sommato la sbandieratissima animazione in CG non ti mostra nulla di davvero meraviglioso o sorprendente. Si, qualche fiore gigante, qualche scena nel palazzo di smeraldo e via dicendo. Colpi a sorpresa però non ce ne sono.
Quanto al 3D stavolta ci stava eccome. Che alcune scene ti hanno davvero colpito e la terza dimensione è stata usata con un po' più di raziocinio. Anche qui: raziocinio=vediamo di non dare l'idea che volevamo solo più soldi dagli spettatori.

Poveraccia.. 
Pausa di riflessione per Theodora
La strega ingenua, interpretata da quella mega-patonza di Mila Kunis, merita un po' di solidarietà. Ingenua e buona e per questo presa a calci in culo dalla sorella cattiva, finisce anche sedotta e abbandonata da Barney Oz. Disperata chiede aiuto alla sorella che la fa diventare una strega malvagia, verde  senza cuore.
diventando questa roba qua...
Ma alla fine la salvano? No, la cacciano a pedate e basta. Momento di silenzio e compassione. Per la nota nella fiaba originale lei sarebbe la Strega dell'Ovest....e morirà....fanculo!

In coclusione
Arrivando al dunque la puoi mettere giù così.. Non è un capolavoro e questo era intuibile. Però alla fine è un film rilassante e a tratti anche divertente che riesce davvero a trasportarti in un mondo magico e farti passare due ore in santa pace. E questo non è poco...

Ah per la nota non è poca cosa neanche Mila Kunis