lunedì 5 novembre 2012

Dishonored. Dici che è cosa buona e giusta.

A pensarci era opportuno precisare che di solito quando si parla di videogame si intende che la piattaforma di riferimento è il PC...mi sa che era ora di spiegarlo. 

Ora. Di Dishonored si era letto un sacco. Si erano visti millemila filmati che oramai lo conoscevi a memoria senza averci mai giocato. Alla fine ti sei scocciato e lo hai comperato. Oh. Vediamolo...

Iniziando. 
Intanto ho apprezzato il fatto che si tratti di uno stealth game. Che una volta se ne facevano un sacco, ma ora si sono quasi estinti (e no, non vale il 119° capitolo di Splinter Cell...). Come ti è piaciuto anche il fatto che sia un Open World. Quello anche di più a dire il vero. 


La storia 
Il nostro protagonista è Corvo Attano (che si piazza diretto in vetta alla classifica dei nomi della minkia) che per una questione spinosa di lana caprina è accusato di aver assassinato l'Imperatrice. Ovviamente la cosa fa scoppiare un casino della madò. A voi (a Corvo) spetta il compito di scappare dal carcere, fare il culo a tutti e dimostrare che siete innocenti. 
La trama non è già definita. Nel senso che questa cambia a seconda di quale sarà la vostra condotta. Vi sarà dato di decidere se uccidere solo chi vi viene indicato o anche chi non se lo merita (tra l'altro è previsto anche un premio per chi conclude il gioco senza uccidere nessuno). A dire il vero ho trovato terribilmente noioso non uccidere nessuno, specie perchè la cosa implica non usare quasi mai i poteri e le armi del sicario...

L'ambientazione è bellissima. 
La città di Dunwall è un luogo oscuro, malato e crudele. Una distopia ottocentesca dove i ricchi non hanno freni e tengono sotto il tallone il popolino.
e vanno a mignotte 
La natura della società non è parte rilevante ai fini del gioco, ma costituisce, con le sue suggestioni steampunk,  un contorno molto godibile, va detto. 

Il gameplay 
Già si è detto che stiamo parlando di uno stealth game. Ci sono però anche alcuni, pochi, elementi tipici di un first person shooter e si parla dell'uso di un pistolone a pallettoni e di una balestra (tra le cose Corvo Attano oltre al nome bizzarro è pure mancino...). Va però osservato che non c'è possibilità di prendere la mira con l'arma. Per il resto il protagonista è armato di pugnale (arma principale) e vari esplosivi. E di notevoli poteri mistici che consentono di fare cose un attimino particolari. Tipo? Teletrasportarsi, vedere di notte e realizzare tutta una serie di uccisioni spettacolari. E che si intende per "spettacolari"? Tipo che a) ti sparano addosso, 2) tu fermi il tempo, 3) ti impossessi del corpo del tuo nemico e 4)lo piazzi sulla traiettoria di colpi e gli dici pure "pirla!". 


Mai scontato
Ecco, hai presente quei giochi che sarebbero belli se non fosse che l'IA fa sempre le solite due cose? E sempre gli stessi errori? Ecco. NON è il nostro caso. Ci tengo a dirlo. Che quando ti accorgi che le guardie non si comportano come ti aspettavi di solito ti parte il bestemmione. Però sotto sotto sei contento. 
Unico difetto: una quantità di passaggi segreti, cunicoli e  pertugi che rendono un po' troppo semplice il lavoro del vostro assassino. E anche il fatto che a volte dovete fare i bravi e nascondervi in una stanza, mentre in quella successiva le guardie si fanno la pennica e via. 


Grafica e audio
Diciamo che il vostro PC viene messo a dura prova. Il vostro. Il mio va alla grande e se ne fa un baffo. Ma andiamo avanti. La cura degli ambienti, dei personaggi e dei dettagli è clamorosa. Al punto che fatico a rammentare un altro titolo con personaggi tanto espressivi. Mica poco...
Per quanto riguarda l'audio vale il solito discorso: di regola gioco solo in lingua originale e consiglio a tutti di fare lo stesso. Solo che stavolta mi viene detto che il doppiaggio è stato fatto con attenzione. Ma non posso dare conferme. 

Chiudendo
Siamo nel magico mondo del "se hai dei soldi da spendere vai di corsa a prenderlo". Un po' perchè appartiene ad un genere che vanta oramai pochi titoli, un po' perchè ti porta via 10-15 ore senza mai stancare e un po' perchè offre un'esperienza visiva mica da ridere. 

Insomma...che voto diamo? Ma, si dai. Facciamo 9