lunedì 12 novembre 2012

5 ottime ragioni per odiare la Principessa Peach e compatire Mario.

1- Il disprezzo per il Toad e i più deboli
tipo quando usa Toad, un povero cristo in croce affetto da una grave sindrome che gli impedisce di crescere e che gli fa spuntare una cappella fungina in testa (insomma un caso umano) come esca per il Bowser. No, dico, guardate la faccia terrorizzata del povero cristo...
o quando lo usa per parare UN MISSILE. Che a quello bastava dirci "ciao ciccio non siamo più amici" bastava...

2- Le costose passioni che al baffuto idraulico gli tocca fare un mutuo..
Amo! Me lo paghi il Tennis Club? E lui zitto, sukare e pagare una vagonata di soldi.. .
E anche al Golf Club. 8.000 euro al mese e l'altro a riparare tubi che gli idraulici non sono abbastanza snob....

3- E il povero sfighè...manco i giorni liberi può stare in pace
porcaputt.... guarda come cazzo mi sono ridotto...
Mario è un uomo. Come tale lavora tutta la settimana per sturare tubi pieni di piante carnivore che, se butta male, sputano anche fuoco. Peggio: dinnanzi alle insalate gli partono dei flashback che manco i reduci del Vietnam.
E la domenica se ne vorrebbe stare a guardare le partite del Bologna (si, lo so...era scontata) O al massimo fare un giro con i kart insieme agli amici, farsi una birra insieme a Yoshi e portare a figa lo Shy Guy che ne ha tanto bisogno. Invece niente...sgroppare sul campo da tennis dalle 8.00 alle 12.00, pedalata defatigante da Milano al Sestriere il pomeriggio e partitella tra geometri e ragionieri alle 18.00. Che la principessa di stocazzo vuole così. Che vita dimmerda....

4- Gli ambigui rapporti con Luigi
Il fratello GIOVANE, SNELLO E AITANTE della famiglia. E se non c'è nulla sotto spiegatemi perchè pure lui si fa il mazzo per andare a salvare la schiavista... e perchè è iscritto allo stesso golf club...

5 - E mai una berciatina...

E niente. Non gliela molla. Lo tratta come una merdaccia e lui li zitto a testa bassa. Mai un succhiotto, mai un bacetto, mai una cippa di ca..o (cit. Alberto Sordi).




E basta. Per oggi va bene così.