lunedì 12 marzo 2012

Safe House. Alla fine mi è pure piaciuto.

Si va al cinema, che anche stavolta passava poco in cancelleria e c'era la necessità di riempire la serata. Tanto per fare. E si va a vedere "Safe House - Nessuno è al sicuro". Perchè? Un po' per vedere della sana azione, un po' perchè le trame che coinvolgono spie e servizi segreti piacciono (al sottoscritto si intende) e un po' perchè ti fidi di Denzel Washington. Cioè ti fidi di lui nonostante quella porcheria di "Codice:Genesi" (che se vai da lui a ricordargli quel film estrae una pistola e ti fredda sul posto)(1) e al punto da far finta di nulla quando leggi che c' anche Ryan Reynolds...si quello che ha ucciso, con due interpretazioni da calci in culo mediocri, leggende come Hal Jordan (il solo e unico componente terrestre delle Lanterne Verdi, gli altri due dopo erano due abusivi) e, cosa assai più grave, Wade Wilson (il bullissimo e ganzissimo Deadpool),che statti attento Ryan Reynolds che se ci riprovi ti mando a casa un Predator, attento eh, che non scherzo! 

Bene. Film ora. 
Oh, diciamolo, alla fine mi è pure piaciuto. E mi è piaciuto nonostante di base ruotasse attorno al personaggio interpretato da Ryan Reynolds. 
Perchè mi è piacuto? Per la precisione perchè:
1- La trama è abbastanza lineare e procede con ordine e senza fretta;
2- le scene d'azione non sono sovrabbondanti. Che vuol dire che ce ne sono un sacco e fatte pure molto bene, ma che alla fine il film non è la classica sfilza di scene noiose intervallate da qualche sparatoria, ma anzi funziona a prescindere dalle stesse;
3- Ryan Reynolds recita bene. Incredibile ma vero. Ma prova lo stesso a coprire ancora di ridicolo Wade Wilson e ti faccio a pezzi con una motosega chiaro? 
4- Denzel Washington fa il suo con una certa diligenza, che è molto più di quanto fatto negli ultimi tempi... 
5- la trama regala anche qualche sorpresa. Non che sia originalissima (anzi assomiglia al plot di The Bourne Ultimatum) ma alla fine, per un attimo, riesce a spiazzarti;
6- c'è (poco ma c'è) questa tizia...
...che buttala via.... 
7- alla fine i servizi segreti, per una volta, non sono onnipotenti....

Quindi: bel ritmo, azione non esageratamente super-eroica (non che si scherzi cmq), buona trama e buona prova dei due principali interpreti. 
Ergo: per passare 2 ore discretamente divertenti non è una cattiva idea. 


(1) Ma che alla fine ti viene sempre in mente quel filmone che era American Gangster.....