domenica 11 marzo 2012

Genoa - Juve 0-0. E chiamala pure sfiga!

Eccheppalle! Sta storia della pareggite comincia a diventare un'ossessione. Che se uno si è guardato la partita si è reso conto che questa Juve non era nemmeno lontana parente di quella che ha giocato contro il Chievo e contro il Bologna. E per fortuna direi. Infatti c'è di buono che finalmente, dopo un mese buono, la squadra è tornata a correre. Resta che tirare in porta 25 volte e non fare gol ti fa sentire un forte senso di avvitamento alle balle. E va anche detto che dopo una traversa di Vucinic (che ha pure giocato a meraviglia) e due bei pali (e sarebbe bello sapere come ha fatto Pepe a prendere il palo.....) si era capito che non era giornata. Senza voler fare vittimismo (che non mi è mai piaciuta l'abitudine di prendersela con gli arbitri...) va anche detto che quel gol annullato a Pepe sembrava abbastanza regolare...così, giusto per dire....

E alla fine niente. Ti girano le palle se pensi che la potevi vincere 4-0 se solo avevi un po' di culo o un paio di attaccanti., resti perplesso nel vedere che il campo del Genoa sembrava un campo di patate coperto di sabbia e ti chiedi cosa ci facesse Elia in campo, arrivando a capire che se di solito sta in tribuna un motivo c'è.... 
Amen....però che palle! 

che alla fine alla 45esima palla gol sprecata mi ero anche pelo spazientito...
P.S: ricordo che nel girone di ritorno la Juve ha finora ottenuto 2 vittorie e 6 pareggi. Un po' pochino per sperare di vincere lo scudetto...non vi pare? E ora ci sono: Fiorentina, Inter, Napoli, Palermo e Lazio. Giocando come oggi ce la si può fare....basterebbe appunto fare qualche gol ogni tanto, così solo per non perdere l'abitudine...