lunedì 29 aprile 2013

Game of Thrones S3E05. Kissed by fire. SENZA SPOILER

Alla faccia del ...... che puntata! Gente che non muore, complotti su complotti, figure di palta a manettone, momenti epici e il cazziatone finale....top!

E si comincia dal duello. Quello che aspettavamo dalla puntata precedente. Un duello anche molto rigoroso di quanto scritto da Ciccio Martin. A colpi di spade de foco e battute sporche di Verdone assistiamo al primo duello realizzato vagamente bene della serie. 

Duello che finisce con un momento romantico di amore reciproco tra i due capibanda della Fratellanza Senza Vessilli per quella brutta storia della resurrezione, del crossover con Walking Dead e del Dio Rosso dal nome impronunciabile. Che per la nota il dio rosso si chiama R'hllor. E Thoros di Myr era un ciccione alcolista poco sacerdotale che alla fine, ridotto a vivere in una grotta in mezzo a soli uomini è diventato un credente davvero... la storia dei primi cattolici nelle catacombe in pratica.. 

Saltiamo al nord. E qui Ygritte ha la bella pensata. Stanca di aspettare che quel coglione di Jon si dia una mossa gli ruba la spada e se la porta via. E quando lui dice che no, gliele deve ridare che se no lo dice a papà anche se è morto, lei se ne va in una grotta... 

.... ci dice che se la deve cercare adesso la spada se ha voglia...

...solo che lui ha già deciso di lasciare la fanteria per entrare nei sommergibilisti. Che senti, è molto meglio... 

"eri vergine anche tu, Ygritte?"....."Sei un COGLIONE, Jon Snow!"

INTERMEZZO
Continua la vita dimmerda di Jaime....alla sua 54° puntata da prigioniero... poi ci torniamo
FINE INTERMEZZO

MOMENTI EPICI
Finiti i primi 15 minuti di Soap Opera la puntata diventa davvero figa e annovera:
1- L'ennesimo momento LOL della Regina di Spine che, dopo aver preso per il culo tutti per quattro puntate, trattato Sansa come una povera rincoglionita e aver fatto fare a Varys la figura del deputato del PDL ora prende pure a colpi merluzzo Tyrion....OLA dagli spalti! 

cioè Robb...il coglione di famiglia sono io, dai... 
2- La gigantesca coglionata di Robb. Cioè, l'ennesima gigantesca coglionata di Robb. E glielo dicono tutti. Glielo dice quella scassacazzi della madre, glielo dice quella raccomandata della moglie e pure quel pirla del cugino...ma niente....e alla fine, per rimediare al danno, si fa venire un'idea pure peggiore. MOLTO PEGGIORE

3- Tanto spazio per Arya (ossia l'unica Stark dotata di cervello...). E per un bellissimo dialogo tra lei e i due capoccia della Fratellanza senza Vessilli. Un momento di notevole impatto e anche ben scritto... 

4- Il momento Horror tra Stannis e la moglie. Ora che avete visto quanto lei sia un cesso avete capito perchè lui sente il dovere morale di provarci con Melisandre...lo deve a tutti gli uomini di potere! Per la nota: lei nei libri non era così fuori di testa. Ma alla fine va bene uguale... 

5- Infine il più bel momento della serie fino ad ora. Niente cappa e spada, niente complotti, ma solo la fine del lungo percorso di redenzione di Jaime. Il suo racconto alla Golia di Tarth è splendido e carico di pathos. 

Poteva andare tutto bene? Potevamo risparmiarci la nana insopportabile con i suoi draghi in scadente CGI? 
vi sarebbe piaciuto vero? 
E infine... 
Lord Tywin che tanto per cambiare sta aprendo il culo ai due figli e ribadendo che comanda lui...la faccia è quella dell'uomo pronto al compromesso...





Bella puntata insomma. E ora....