venerdì 11 gennaio 2013

The Ultimates #5. Emozioni a raffica.

Della nuova grande saga scritta da Hickman hai sempre parlato bene. Sempre. E stavolta non intendi fare alcuna eccezione. Però devi dire che, almeno per la prima parte dell'albo, sei rimasto parzialmente deluso. Poi con lo stesso finale di mezzo e la seconda parte ti sei decisamente galvanizzato. Spieghiamo.
Dopo il capitolo precedente avevi grandi aspettative per lo scontro totale tra i Figli e il Popolo, ma alla fine allo stesso sono dedicate poche pagine e alla fine è nettamente meno epico e drammatico di quanto non fosse stato quello tra gli stessi Figli e Asgard (prima) e gli Ultimates (dopo).
e si che l'inizio era clamoroso... 

Certo alla fine la soluzione della stesso ti ha lasciato a bocca aperta, però ci sei rimasto un pizzico male. Naturalmente c'è quel finale di mezzo che ti tira su il morale e ti manda l'eccitazione alle stelle:
e mi fermo qui dicendo solo che il dopo è straordinario... 

Da notare che Esad Ribic mantiene un livello straordinario anche in questo capitolo. Al momento direi che assieme a Coipel è il miglior disegnatore di casa Marvel...

Notevole anche la seconda parte dove stavolta Hickman è affiancato da Humphries e a Ribic subentra il buon Ross
Un capitolo che segue agli avvenimenti della prima parte e che è necessariamente di transizione, ma che alla fine risulta molto gradevole e si chiude con una chicca mica da ridere...
Bene anche Ross che pur non essendo ai livelli di Ribic realizza comunque delle ottime tavole dimostrando buone doti tanto sui primi piani quanto sulle scene statiche. Un pelo da rivedere magari le tavole più movimentante. Ma insomma, nulla di cui lamentarsi

Insomma: solita qualità molto alta per questa serie che si conferma una delle cose migliori di casa Marvel...