sabato 26 gennaio 2013

L'universo Nerd diviso per categorie...

Perchè c'è il rischio che uno si trova di fronte un nerd e dice "oh, guarda! Un nerd!". E però no, non si fa, che mica è tutto così semplice... ci stanno i tipi, i fenotipi e le categorie aristoteliche e kantiane... e altri paroloni a caso che adesso non ti va di star li a spremere dal tuo stesso cranio...

1- Il nerd sociale.. 
Che alla fine è uno che si confonde con la folla. Non che sia meno nerd degli altri, ma per lo meno non è stato ancora assorbito completamente dal magico mondo del fancazzismo. Ama i videogames ma si ricorda anche che non rappresentano la realtà (a parte Mass Effect che è una chiara previsione del futuro e Fifa 13 che è il vero e solo calcio), legge fumetti, ma anche altro e giocava a Warhammer e Magic ma ha smesso con gli anni riuscendo a disintossicarsi. Inoltre tende ad avere un rapporto molto normale con l'universo della patonza, cosa che aiuta a provare interesse per il mondo reale.
Nota: il 50% dei nerd appartiene a questa categoria... 

2- Il nerd in incognito
Questo cazzone è un po' come quei preti pedofili che se la prendono con gli omosessuali (salvo che il primo è abomonio, la seconda è normalità). Infatti il soggetto in questione di regola:
- dice di non avere alcun interesse per i videogame...pur avendone il PC pieno e giocando almeno 4-5 ore al giorno a DOTA;
- insulta chiunque legga fantasy....salvo essere un fanatico del Signore degli Anelli e di Harry Potter a livelli indicibili;
- da dello sfigato a chiunque legga fumetti...pur sapendo a menadito qualsiasi cosa dell'universo Marvel;
- dice di essere una persona seria....salvo usare il PC del posto di lavoro per giocare a Diablo...
- di regola narra anche di rapporti assai improbabili con la patonza...non che sia uno che va a vuoto, solo che esagera SEMPRE...
Nota: sei un povero coglione...sappilo!

3- Il nerd molesto
Non siamo ancora nel regno del male. Il nerd molesto ha ancora una vita sociale. Di solito limitata, ma ce l'ha e nutre ancora interesse per il mondo esterno.
Ha però questo particolare fastidioso che riesce a svangarti la minchia con discorsi interminabili su qualcosa di cui a te, di regola, interesse zero: computer (di regola una nuova scheda video...), videogames (ove intendi i suoi progressi personali..) e altre cose. Noto anche per affollare con commenti fastidiosi e precisini una quantità non indifferente di forum.
Nota: tutti i nerd hanno attraversato questa fase. Per fortuna il 95% ne esce... 

4- Il nerd selettivo
Ci siamo quasi. Il nerd selettivo è quello che ha dichiaratamente abbandonato il mondo civile. A differenza di quello affetto da nerdolite acuta però ne è consapevole e vive la sua diversità con orgoglio. Per di più che a voi nerd sociali torna utile quando vi serve un giochino che non avete palle di scaricare o quando vi si impalla il computer...
Nota: è la cosa più vicina ad un asceta che la nostra generazione sia riuscita a creare.. 

5- Il nerd maniaco erotomane
La sua sola differenza con il nerd sociale è la mancanza di tatto con l'universo femminile. Non è diventato nerd perchè gli piacevano le solite cose. No, lui è diventato nerd solo per colmare un vuoto...
Nota: tristezza e raccapriccio! 

6- L' ultra-nerd
L'ultimo passo. Laddove tutto è già perduto e non resta altro da fare che preparare la tomba. L'ultra-nerd conosce tutto lo scibile del suo universo. Non sa che l'Italia è una repubblica, ma in compenso sa il numero di conto corrente di Albert Wesker, tipo.
Altri caratteri salienti sono:
- il titolo di studio. L'Ultra è laureato (o studia o vorrebbe studiare) in ingegneria, fisica, matematica o informatica. MAI economia, giurisprudenza o medicina;
- è tendenzialmente asessuato. L'Ultra non sarà mai molesto poiché manca delle basilari pulsioni sessuali;
- è tendenzialmente indebitato. Non perchè sia un poveraccio, ma perchè spende un sacco di soldi in pupazzatti, videogames, numeri rari di qualche serie dimenticata e via dicendo...
Nota: osservarli come fossero oggetti da museo... 

A margine: lacosplayer... 
No, qui va anche benissimo...