mercoledì 2 ottobre 2013

Juve - Galatasaray 2-2. Robe turche!

ma che cazzo???? 
Dovrebbe essere una partita di quelle in cui vedi un'arrembaggio all'arma bianca, i turchi ricacciati a mare, le fiamme di Lepanto, le mezzelune spezzate e la santa croce tornare a brillare sopra alla città santa di Torino... 
DIO LO VUOLE!!!

E invece. E invece quelli, sadici e spietati come ogni stramaledetto venditore di tappeti tarocchi al bazar che devi pagare in anticipo che poi te li mandano a domicilio e a domicilio ti arriva solo un messo turco che ti fa le pernacchie e ti da del coglione, si son messi fuori dallo stadio con i loro baracchini del Kebab che davano via a metà prezzo a tutti i giocatori della Juve.  

complice il ritiro di Federica Nargi la sfida della pateronza la vincono quelli con la top player Yolanthe Cabau
Che, furbi, ci cascano e poi in campo ci vanno con la panza gonfia e il carburo di birra e quindi anziché correre sono impegnati a non vomitare e capire come cazzo si fa a fare una bibita al sapore di yogurt salato....che è una merda assurda..... Capita. 
Mancini spiega la tattica di gioco ai suoi... 

Come capita che Mancini continui a passare per un grande allenatore nonostante schieri la sua squadra con un fantastico 8-1-1, nasconda Sneijder sotto al prato per non farlo stancare che se no poi non taccona bene con la moglie,
Marotta! Mano al portafoglio!!!
ordini a Melo di ammazzare anche un paio di passanti (peccato non abbia avuto il tempo di passare oggi al Senato..) e lasci Drogba davanti a firmare autografi a Bonucci e parli dei tempi della guerra partigiana con Buffon. 

La partita è tutta qui e non succede una cippa ( a parte un rigore negato alla Juve e Vucinic sempre più in versione dipendente pubblico che timbra il cartellino e poi va a farsi i cazzi suoi dandosi malato) finché Bonucci, virtuoso, decide di imitare il Materazzi dei tempi d'oro cercando di fare autogol da metà campo. Non ci riesce, che Materazzi era unico, e allora il buon Drogba, caritatevole, decide di dare una mano al ragazzetto dopo aver evitato di perdere una gamba in contrasto su elegante uscita con Buffon. 


Basta. 

Secondo tempo come il primo, con Pogba che, giovane e stolto è andato a mangiare un altro kebab corretto con la grappa e si trascina per il campo, Pirlo cerca di contrattare sul prezzo di un orologio falso, Vidal si da al Narghilè e Quaglia soffre di solitudine li davanti tutto solo. Al punto che dopo 20 minuti decide di dare una lezioni a sti pivelli extracomunitari e scippa un rigore. Se la imparano che la vera scuola di furto è Napoli! 
Rigore scippato e gol di rapina. 2-1 falso come le lacrime della Fornero, ma chi se ne frega.
Peccato che non riesci neanche a esultare che Isla decide di insistere con la società per la cessione all'Inter e si dimentica di tornare in difesa lasciando aperto un grande buco centrale 

il grande buco centrale

e un tizio dal nome che sembra una bestemmia piazza il 2-2. Cazzo, se davamo Isla all'Inter quelli adesso avevano 11 punti di meno.... 

Finisce li con un pari avvilente e la Juve che prende due gol su due tiri e mettendo a segno 4 assist.....avvilimento... 

E, beffa, lei se ne torna ad Istanbul....serata malededetta!!!!!!