venerdì 8 febbraio 2013

Tex #627-628. Salt River

È una storia talmente bella che...... e metteteci voi il resto, che tanto va bene tutto.

Un grande Boselli
Dal prologo cinematografico alle varie trame distinte che si incrociano fino ad un epilogo impeccabile resti travolto da un ritmo assolutamente perfetto dove tutti gli ingredienti sono perfettamente amalgamati tra loro. Un Boselli in versione maggiore, quella che ti ha già regalato grandi storie e che ti ha convinto (un paio di anni fa) a tornare ad acquistare la serie, ti regala una storia oggettivamente impeccabile e ricca di personaggi di grande impatto (perfetti sia Jack Curtiss che Sarah Wyatt, ma anche tutte le varie comparse).
Funziona tutto talmente bene che perfino i non-colpi-di-scena alla fine sono gestiti in modo magistrale grazie anche all'abilità con cui l'autore rimescola continuamente le carte generando anche una sana sfilza di dubbi nella testa del lettore.
E funziona tutto talmente bene che a parte fare ancora una volta i complimenti non hai altro da dire :-)

Disegni
Una grande storia deve anche avere dei grandi disegni e Andreucci risponde presente. Ad un certo punto, a lettura finita ti sei messo a cercare qualche sbavatura. Lavoro vano. Ma oltre alla tecnica (verrebbe da dire "la fredda tecnica") c'è anche una capacità indiscutibile di trasmettere le atmosfere della storia. Facciamola facile: grande!

Valutazione
Soggetto: 8.5
Sceneggiatura: 9
Disegni: 9


In breve: spettacolo!