domenica 17 febbraio 2013

Roma - Juve 1-0. The Walking Dead

DAJE!!!! 
Oh, bando alle ciance e (raro) momento serioso che le cose da dire sono 3.E si son 3 cose che hai già detto su FB, ma andiamo di riciclone. La prima è che Nonno Totti spacca ancora i culi e ha fatto un gol della madò con tanto di pernacchia a Buffon e di Bunga Bunga alla Zebra che passava di la per caso. La seconda è che la Juve non ha giocato male, solo che sembrava avessero bisogno di un defibrillatore, di una bombola di ossigeno e di una tirata di coca per eccitarsi. Dove cazzo è Carrozzieri quando serve??? La terza è che Rocchi ha arbitrato bene. Molto bene. Al punto che farei firma per avercelo ogni settimana. Dire il contrario significa voler essere juventini a tutti i costi. E non si fa!

Ciò detto il primo tempo è avvilente. Non per la Juve. In generale. Che non succede una beneamata. A parte una punizioncina mica da ridere di Pirlo. Che la pagherà cara...
tiè che così se la impara sto giovane drogato comunista  mariolo.

Fine del primo tempo. Tutto qua? E pensate che ci ho messo tutta la notte per pensare a cosa scrivere. Fate voi. O non fate un cazzo. Tanto è lo stesso.

Nella pausa Andreazzò gli ci dice a quelli della Roma che al sol el magna le ore (credici) e quelli li, da diversamente settentrionali che sono, si rendono conto che per battere sta Juve basta solo nascondergli il catetere e mettergli la cera sotto al bastone da passeggio. Infatti... .
COLPO SEGRETO DEL DRAGO NASCENTE!!!
1-0 e ci sta. Che tanto l'unica occasione che ha la Juve la spreca con una roba zingara di Vucinic.
Poi entra in campo la cortesia.
La Roma che non fa la stupida stasera potrebbe chiudere e fare il secondo circa 31 volte nei successivi 20 minuti, ma per pura sportività non lo fa. La Juve ricambia mandando in campo Padoin e Giovincolo, ma quelli non si stanno a subire passivamente certe dichiarazioni di resa e ti rispondono col colpo gobbo dello zapparo, alias Bradley e chi si è visto si è visto.
C'è tempo per un liscione paraponzi-ponzi-po di Giovincolo. E poi via di risate che è finita.
intanto Pirlo stava ancora li e De Rossi gli faceva YOU CAN'T SEE ME! 
A fine partita ovviamente Conte se la prende con il calendario (come se la Juve potesse subirlo suo malgrado...), con i giocatori (sono esseri umani...), con il tasso di umidità, i radicali liberi, la tettonica a zolle  e la Siberia che si schianta contro i meteoriti. Il solito insomma....

Resta che come riportiamo in vita i cadaveri noi....vedi Milan, Samp e ora la Roma.... filantropia!