martedì 26 febbraio 2013

Revolution. Scusa dicevi?

Non me ne vogliano i fans di questa serie. Ho cominciato a guardarla sabato scorso e mi sono fermato alla puntata numero 6. Non per carenza di interesse, ma in attesa di altre puntante in lingua italiana. E però non capisco come fa ad aver avuto successo.... davvero, non capisco......

Tutto fermo, anche i motori a diesel e pure quelli a vapore! Ma davvero! 
L'idea di per se non sarebbe neanche malvagia. Un grande black-out elettrico che mette il mondo in ginocchio. Fantasia portami via e ispirazione a zero da politico in cerca di slogan elettorali a basso costo. Ci sarebbe da chiedersi quale black-out possa mai fermare un motore e una qualsiasi tecnologia non alimentata a corrente elettrica ma magari a legname e/o diesel. Perchè, sapete, nel 1900 c'erano navi e treni e si stampavano perfino i quotidiani. Da non credere. Ma lasciamo perdere, che sono oggettivamente dettagli da precisino nerd all'ultimo stadio. Serve infatti la sospensione dell'incredulità se no non ha senso andare oltre. Eddai....
A voler essere onesti ci sono degli aspetti molto positivi: ad esempio il fatto che il mondo non sia tornato al medioevo, ma al 1800 e la mancanza di atmosfere apocalittiche. Coerente perchè chiaramente non ci sarebbero le armi per un tale scenario e, in ogni caso, le conoscenze acquisite dall'umanità negli ultimi 6000 anni non andrebbero certo perse in soli 15 anni.

Trame avvincenti. Ma anche no. Ma anche forse
E gira tutto attorno alla ricerca di un modo per riattaccare la corrente che se no al prossimo natale niente lucine per strada e tocca accontentarsi del caminetto. E poi c'è quella roba fastidiosa di dover accendere le lanterne per strada ogni sera e che a noi sta aria pulita senza smog non ci piace per niente.
E il fratello pirla da salvare. E la mamma morta che non è morta. Che detta così è anche interessante. Non fosse per quelle secchiate d'acqua che allungano il brodo. Tipo la scena del maniaco sudista con la bandiera della confederazione che assedia con 3 cani tutta la ciurma di boy scout. E poi la tiritera sulla non relazione tra la protagonista e il soldato innamorato e il passato oscuro dello zio serial-killer. Ecco: la cosa ti ha già rotto le palle.

Infine e però
Però alla fine tutto sommato hai visto di peggio. Anche di meglio a dire il vero. Ma su una scala da 0 a The Shield (la tua serie preferita di sempre immagini...) le dai tipo un 6 e mezzo. Che significa che la guardi a babbo morto...
Il però è la protagonista....
che diremo che è anche una discreta topa....