mercoledì 13 febbraio 2013

Le Storie #5. Il Lato oscuro della Luna. CAPOLAVORO!

Mi impongo sempre di non scrivere le recensioni sull'onda lunga delle emozione. Stavolta non ci sono riuscito. Ho finito di leggere l'albo da pochi minuti. Sono travolto dal tono sognante, malinconico e surreale del racconto. E sono anche convinto che sia una delle cose più belle che ho letto su un albo Bonelli.

Il viaggio, i viaggi, la fine e la solitudine
Perché uno può aspettarsi una storia di un certo tipo. Magari ti aspettavi tanta avventura tra le stelle e una qualche infarinatura di base per presentare i personaggi. Non ti aspettavi l'esatto opposto. Non ti aspettavi di essere preso per mano dall'autore di questo splendido racconto e portato a vivere l'intera vita di un ragazzino divenuto astronauta e condannato alla follia.  C'è molto di "2001: Odissea nello spazio" e c'è anche molto di intimo e di personale. Bilotta sgretola il confine tra reale e immaginario e confonde il materiale con l'onirico. A volte provoca, volutamente, un leggero senso di disorientamento e pone un sacco di domande. Non sempre risponde. Perfino il finale, come tutto il resto, ha due chiavi di lettura. Una concreta e una metaforica. Lascia, volendo, perfino il dubbio che un viaggio ci sia mai stato. E ricorda che tutti siamo sempre perennemente in viaggio e arriviamo soli alla meta. E poi quell'ultima sequenza finale da brivido....
Affascinano le atmosfere e i personaggi vivono di vita propria. Commuovono e fanno soffrire. Emozioni vere.

Disegni
Matteo Mosca da un contributo straordinario a questo capolavoro. Non un tratto fuori posto, non una sola scena priva di vita. Se la storia piace al punto da diventare indimenticabile il merito è anche suo.

Valutazione
Soggetto: 10 (prima volta)
Sceneggiatura: 10 (il primo in assoluto di questo blog...)
Disegni: 9


Poi magari, a mente fredda, ci ripenserò. Ma chi se ne importa di cosa penserò fra mezzora? A noi importa quello che viviamo durante la lettura!