domenica 30 settembre 2012

Juve - Squadra scarsa dell'oratorio 4-1. Che ce frega der Boemo!


Prima della partita ti mostrano il Boemo che passeggia in campo. Solito momento di genuina ammirazione per uno dei grandi del calcio.
questo Boemo 
Inizia la partita e la Roma si dimostra una grande squadra mettendo la Juve alle strette con un pressing asfissiante che....no, spetta, questo era prima a Fifa 2013... cmq quella l'hai vinta 2-0 lo stesso... 
La Roma, quella vera, inizia bene pure lei . Poi al 4° minuto finisce la benzina alza le mani e ci dice "we raga (che vabbè, è poco romanesco) noi si sarebbe finito, fate voi". 
E si fa noi prendendoli a cinquine nel muso.
Pirlo che vola libero come il vento dopo che Zeman, il maestro del calcio, decide di non marcarlo e di lasciargli fare quello che vuole, a patto che usi la vasellina, ci piazza la punizione che Stekelenburg, da campione qual'è, non para manco per la cuffia anche se era sul suo palo. 1-0
Zeman la prende male e infatti alza di mezzo millimetro il sopracciglio destro
Reazione furibonda della Roma che infatti un nanosecondo dopo viene di nuovo menata selvaggiamente e si salva grazie alla paratona di Castan. Che però non essendo il portiere regala un rigore. 
Vidal ringrazia e piazza il 2-0.

Stavolta quelli della Banda del Buco non ci stanno. E infatti 1 minuto dopo si fanno perforare un'altra volta facendo segnare anche Matri che, povero, ne aveva bisogno. 
Zeman, ovviamente, la prende benissimo
Oramai la partita è finita. La Roma lo capisce e decide di difendere il buon 0-3. Gli va male quando parte il tiro al piccione con la Juve che piglia 2 legni e sbaglia uno zuzzurullione di tiri.

Fine primo tempo. Ti spari un Caffè freddo in lattina. Fa cacare, non lo prenderai mai più. Giuri sulla testa di Totti.

Nel secondo tempo la Roma ci mette l'orgoglio e riesce quasi a difendersi. Quasi che la Juve ha altre 3 palle gol. 
Momento Zen della Juve e la Roma supera la metà campo
Momento Bonucci di vera passione e arriva il rigore. Che se Bonucci non fa una puttanata si sente sporco dentro. Rigorello di Osvaldo e 3-1.
La Roma adesso ci crede. 
E Zeman ne è davvero convinto... 

Palla gol di Destro e,boh, basta. Gli altri collezionano il palo di De Ceglie+cazzata di Bonucci e una sfilza di palle gol della Juve. Ma la Roma c'è ti dicono. Fino al sombrero di Barzagli e al gol di nano Giovincolo. 4-1 e tutti a casa. 

Alla fine siamo sportivi e noi a Zeman non ci vogliamo male. E siamo personcine pacate che le cose le diciamo con delicatezza.