venerdì 29 giugno 2012

Italia - Germania 2-1. Ficcati sto spread!

Che sia un popolo di sfigati che cerca di darsi un tono sboronando a destra e a manca lo si è sempre saputo. Che quando gli tocca in sorte di affrontarci si ritrovino sempre con un clamoroso bruciore anale è un altro dato di fatto. Che alla fine tu gli abbia urlato "Sukami il pruno!" è una cosa che resta tra i bei ricordi del 2012.
Tutta Italia ha sempre avuto fiducia in lui!!! Beh, dai.... 

Bellissimi ricordi...impacchettate e portate a casa...stronzi....

Partita che peraltro finisce con punteggio di una falsità pazzesca. Che se le cose andavano come sarebbe stato giusto un 3-0 secco minimo minimo glielo si faceva. Vabbè, crucchi pezzenti, lasciagli il contentino. 

Si inizia stile Inghilterra che loro fanno tre tiri, due a cazzo che arrivano in porta per puro caso e poi uno vero che Buffon para un po' come capita. Fine della partita dei crucchi. Che Cassano fa il giro attorno ai difensori (seee....chiamali così...) teutonici rifilando a tutti un coppino sulla nuca e da un pallone della Madonna a Mariolone. 
Urlando a anche "pirla!!!" a Neuer 

E via a godere. Parte la mattanza. Che Montolivo si rifà della partita scorsa e si fa perdonare la mezza nazionalità tedesca e dopo una gran minchiata mette un passaggino da urlo ancora a Mariolone nostro.
Gol alla Pes. 190 km/h, sotto il sette e a fil di palo. Addominali a dimostrare la superiorità sugli infidi crucchi.

CHE CI RIMANGONO MALE. 
MALISSIMO 
Il resto è anche meglio. Gomez e Podolski vengono privati della cittadinanza tedesca e spediti a lavorare in una miniera, Klose viene preso a mazzuolate da Barzagli e si piglia due scarpate pure da De Rossi. Si domina, possesso palla al 75%, tutto di prima e di classe. Peccato che Marchisio sbagli due gol fatti, che Montolivo lo imiti e che Di Natale becchi un pezzo di campo che si sfalda sotto al suo peso. E che l'arbitro per pietà dei "padroni d'Europa" gli regali un rigorello, così per fare. 
Cambia poco. 2-1, che poteva essere 4-1, ma via, tutti a far festa, bere e gettare al 36° litro di birra. Crucchi a casa, che gli resta lo spread. 
Andiamo a fare un saluto ai tizi spagnoli dal possesso di palla fastidioso. Vada come vada è già un capolavoro! 

Unica nota stonata? Ci mancheranno le tifose tedesche gnocche.