mercoledì 22 maggio 2013

Il Flop 11 della Serie A 2012-2013

Ecco a voi la peggiore squadra possibile della stagione appena conclusa...fate sapere,....

Portiere: Goicoechea 
Uomo capace di dare sicurezza assoluta agli attacchi avversari, di deviare nella propria porta qualunque tiro volante anche se diretto in tribuna e dotato di una goffaggine addirittura romantica. Un numero 1 che non può mancare. Prezzo del cartellino: un caffè alle macchinette dell'ospedale. 

Difesa: Capuano, Aronica, Silvestre, Zapata




A proteggere un così grande portiere non poteva mancare una difesa di altissimo rango: il buon Capuano (in rappresentanza degli 84 gol presi dal Pescara....84!), Silvestre, il nuovo Beckenbauer dell'Inter che pare già avviato ad un radioso futuro in miniera, il sempre attuale Aronica, che tra un omicidio e l'altro trova il tempo per un sequestro di persona e Zapata. Zapata, quello al cui confronto Costant a tratti è sembrato Maldini... Zapata quello che trovi nei bagni delle discoteche a vendere crack ai minorenni.

Centrocampo: Jonathan, Alvarez, Maicosuel


 Qui si va giù pesante. Un tizio che dimostra che non sempre l'Udinese ci vede giusto, l'erede di Maicon se Maicon si drogasse e si fosse amputato i piedi e il fantasista più scarso della Galassia.

Attacco: Bendtner, Eduardo Vargas, Rocchi


Che tridente! Bendtner che ti offendtner e che nasconde doti innate...non è da tutti infortunarsi dopo 7 minuti dal rientro da un infortunio. Edu Vargas approdato clandestinamente a Napoli e poi incappato in quello che resta del reato di clandestinità e quindi rispedito in Sud America con il primo gommone e Rocchi. Quello che dopo la partita va a lanciare il pane ai piccioni.

Allenatore: Zeman

E chi se non il boemo capace di fare peggio di Louis Enrique (che però era al debutto)?

Una squadra da urlo. Obiettivo: 19° posto, 10 gol seganti  e 120 subiti. Ce la si può fare..