giovedì 5 aprile 2012

La Furia dei Tiatani. E dai, non è neanche andata malissimo.

Come sempre. Finisci di lavorare alle 7 (circa....) e non hai una ceppa da fare fino alle 10 e mezza (anche un po' dopo). Ceni e per passare quelle due ore ti fiondi al cinema. Che a casa la tv non funziona. Da mesi. Ma che la riparo a fare? fa cool anche così.....


E quindi vado a vedere "La furia dei Titani". Aspettative basse, meglio non esagerare. E alla fine, anche se certo non mi veniva voglia di applaudire non è andata neppure male. Sarà che ho da poco subito la botta anale (senza vasellina) di Ghost Rider (di cui cantavo le lodi immense qui.. e il cui pensiero ancora mi fa venire sommovimenti al basso ventre...). Sarà quello che sarà ma, dai, alla fine non mi sono neanche lamentanto.

Chiariamo. 
1) se vai a vedere questo film di certo non ti aspetti una trama complessa e articolata. Ossia: c'è un buono e c'è un cattivo e se le danno dall'inizio alla fine;
2) neppure ti aspetti dialoghi o attoroni. Casomai invece ci vai per gli effetti speciali. Che c'erano.  E tanti.

Ecco. Premesso questo delle minchiate c'erano. E riguardano tutte gli attori :-(
Perchè? Emmò te lo dico.
A) il protagonista lo fa, come nel primo episodio, Sam Worthington (che ha pure il cognome che di certo ti fa commettere errori di battitura...). E io non ce l'ho con Sammy, ci mancherebbe. Ma quanto a capacità di non cambiare mai espressione facciale è secondo solo a Nicolas Cage. Che infatti per tutto il film non cambia mai espressione:
E dico mai. 
Ma mai mai mai! 
E....no. Neanche qui. 

E poi Zeus lo fa Liam Neeson. Che oramai fa talmente tante comparsate che mi sono convinto abbia in mano qualcosa di scottante su tutti i produttori di Hollywood. Presente l'archivio di Andreotti? Ecco Liam ne ha uno più scottante... 
(e somiglia a Zeus quanto io a Brad Pitt....)

Però! Il però è Rosamund Pike. Che magari a tanti non piace
e che non so se ci stia come regina Andromeda...e neanche mi interessa...
..ma di certo penso ci stesse bene nella parte della prossima "signora Il Giova". E qui non si discute.... 

Dopo aver prolungato a dismisura il post veniamo al nocciolo
l'Ispirazione a opere quali "American Gods" o "The Sandman" è difficile da negare (si ma senza esagerare...che Gaiman poi mi cita in giudizio..) . Anche qui gli dei sono onnipotenti solo fino a che gli uomini credono in loro. Altrimenti diventano mortali ed in tal caso tutto ciò che hanno creato crolla. 
Una seccatura se fra le cose che crollano ci sono anche i muri dell'Inferno... peggio se papà Crono* vuole tornare e rompere tutto. Quindi Perseo alla fine deve riprendere spada e scudo (faceva il pescatore all'inizio del film) ed andare a legnare chimere e mostri armati fino ai denti fin dentro gli inferi. Che Liam Zeus da solo non ce la faceva sennò. 

Ecco. Questa è la trama in due parole. E, tutto sommato, funziona. Anche perchè i mostri che appaiono li hanno fatti bene. 

Vale la pena di andare al cinema per questo film?
Boh!!! il problema è che vale la pena di vederlo solo al cinema. Che alla fine senza effetti speciali megagalattici non è nulla di che.......




*nel senso che è il babbo stronzo di Zeus che mangiava i figli perchè Urano (padre di Crono) gli aveva predetto che un figlio lo avrebbe detronizzato. Al che tu diresti: "non faccio figli, tiè!". E invece no, lui li ha fatto e poi li mangiava. Solo che al posto di Zeus ha mangiato un sasso. Il coglione. E Zeus poi gli ha fatto il culo....ridicolo! 
.....che a pensarci la mitologia greca è tutta così più o meno...