giovedì 12 aprile 2012

Juve - Lazio 2-1. Mammamia!


Eh dai. L'Ho già detto che quest'anno è tornato ad essere soddisfacente essere tifosi della Juve? Si, ovvio che l'ho detto. Ci mancherebbe.
qualità pezzente, amen. 


La realtà poi è che ieri ho sofferto assai, come altri 11 milioni di juventini credo. 
Oh sia chiaro: la partita l'ha dominata la Juve che alla fine del primo tempo poteva già essere avanti tipo 4-0 . Ma facile facile eh! Metti quel tiro sbagliato davanti alla porta di Pepe. Pepe, che l'ho pure insultato subito dopo e lui, solo per farmi fare la figura del coglione segna un gol pazzesco. E via così, che son pure contento della figuraccia :-)
(ma che roba!)

Poi ci si mette Vidal che cerca di segnare da metà campo....e per poco non ci riesce...
E non è serata per la goleada e lo si capisce subito, visto che Marchetti da quel momento in avanti para qualsiasi cosa. Anche due palloni alla volta se serve che Benjamin Price al confronto non era un cazzo di nessuno. E con Quagliarella che se avesse un pelo in più di fortuna nelle ultime giornate avrebbe segnato tipo 10-12 gol. Da solo. 

E niente. Che la Lazio alla prima e unica occasione fa gol con Mauri che approfitta del primo errore che la difesa  bianconera commette da tipo un mese a questa parte. 
Fine primo tempo. Hai le palle girate. Ma pensi che alla fine la si vince che tanto... 

E tanto un paio di balle.

Che la Juve nel secondo tempo continua a dominare, ma Vucinic è tornato a fare il Vucinic stanco e scazzato e ti sbaglia la migliore occasione della serata. Che Quagliarella dopo 80 minuti di vasche comincia, giustamente a non poterne più. Che Vidal dice "aò, io non è che posso proprio fare sempre tutto!". E alla fine ti entra lui. Il capitano. Che per qualcuno sarà anche vecchio. Però ti caccia la punizione. 
SIIIII!!!!

E basta. Alla fine è 2-1. E sono 5 vittorie di fila. 
E a tal proposito: 5 gol alla Fiorentina, 2 all'Inter, 3 al Napoli, 2 al Palermo e altri 2 alla Lazio. Sono 14 gol, ossia quasi 3 di media a partita. Con l'attacco della Juve che diventa il secondo del campionato dopo quello del Milan (53 a 62). Mica male no? 

Prossimo turno?
La Juve in casa del defunto Cesena. Che non ha nulla da perdere, avendo già perso tutto. Meglio stare molto, ma molto attenti. 
Il Milan in casa contro il Genoa. E anche li meglio stare molto ma molto attenti.