domenica 2 dicembre 2012

Juve - Torino 3-0. Sotto la Mole una sola squadra.

si lo so...fa ridere... 
Il derby che boh, lo sentono tutti tranne te e quelli che conosci. Che il Toro lo vive come la partita dell'anno e la Juve come una partita. E basta. Ma pur sempre un derby. E alla fine se lo vinci con tre sberle sei anche contento.

Che il Toro si presenta con un 4-2-4 SPENSIERATO (parola che da ora su questo blog si userà a STRAfottere e Strama se ne può andare a pelare patate se ha qualcosa da ridire...o ad allenare la sua provinciale dai colori fastidiosi e malamente accostati...) e per circa 30 minuti fa pure una bella partita. Cioè fa giusto un tiro per caso, ma fa una bela partita. Che davanti la Juve ha sempre quel problema dell'eccessiva gentilezza e non vuole far male agli avversari senza dargli almeno una possibilità (vedi anche: non segnano neanche a porta vuota e porca di quella putt...). Poi la partita te la risolve Glik 

fallo omicida, mandato d'arresto emesso direttamente dall'FBI e caccia all'uomo avviata in tutta Europa. Su di lui pende una taglia da svariati miliardi di dollari. Stamattina poi Glik era in America pare....
la WWE sarà ai suoi piedi! 
Ringraziato, si fa per dire, il bastardo per essersi fatto cacciare e ringraziato iddio che Lichtsteiner non gli ha messo le mani addosso (che lo ammetti...un po' ci speravi...) la partita riprende.
Che, oh nella foga vanno dette due cose. La prima è che Pogba scala la classifica degli idoli in bianconero. Se ieri segnava veniva giù lo stadio. La seconda è che il Toro, non pago del cartellino rosso, regala anche un rigorello con una parata a due mani che Buffon suka e impara il mestiere dai professionisti! 

Solo che al dischetto va Pirlo. Che quei bastardi del Toro gli hanno piazzato la suocera proprio dietro quella porta. E Andrea preso dalla furia cerca di ammazzarla con una pallonata. Va malissimo: il gol non arriva e la suocera, coriacea come tutte le suocere, sopravvive alla bordata e oggi ci fa un mazzo tanto, ci fa e gli nasconde gli spinelli ad Andrea.

Secondo tempo. 
Come a Fort Alamo. Ventura traccia una linea a terra e urla che chi non vuole morire se ne può andare. Poi si accorge che se ne sono andati tutti e che ha fatto una cazzata. Ma è anche tardi e oramai va come va. E va dimmerda. Come volevi che andasse scusa??? 
E arriva il diluvio. Marchisio due volte..
che va sotto la curva a spiegare ai tifosi del Toro che il colore giusto per la città è quello..

....e Giovincolo...che, minkia, fa un gol da 3 punti. No, davvero. Ho detto che è vero! 
e nonostante tutto Bendtner lo irride ugualmente.. 
Il Toro, in dieci, alza bandiera bianco e offre giovani donne in sacrificio come merce di scambio per non subire ancora. Matri, che di patata se ne intende come pochi, dice che è un affare. Gli altri gli danno ovviamente fiducia, che lui è il Gran Visir della gnocca, e l'affare si conclude. 

Finisce 3-0. Ventura ha il coraggio di lamentarsi dell'espulsione del serial-killer in erba tra i frizzi e lazzi generali. Si. Lo so cosa manca al post. 
Meglio?