martedì 13 agosto 2013

I 20 peggiori colpi di mercato della storia dell'Inter.

Lo giuri. Ci hai provato a limitarti a 10 giocatori come hai fatto per la Juve e per il Milan. Ma non ci sei riuscito. Troppa grazia sotto al sole, troppi nomi che da soli valgono un post a parte e troppi piedi di balsa e talenti bovini da ignorare. Che si, ok, i 4 scudetti consecutivi, il triplete, Mourinho, gli Eto'o e gli Ibra. Ma......ma....ma!

Ah per la nota. In tema esistono milioni di fonti. E pure una pagina di Nonciclopedia. Fate voi. 

20- Darko Pancev 
Nel 1991 la Stella Rossa di Belgrado vince la Coppa dei Campioni. Un'impresa incredibile alla quale partecipa anche questo tizio con il nome stereotipatissimo. Branca non ha ancora iniziato la sua opera criminale ma l'Inter è sempre l'Inter e si assicura questo.......campione......
Esito: due stagioni all'Inter, 19 presenze e 3 gol in tre stagioni. Non male per quella che doveva essere la super punta titolare.
Pancev passerà ugualmente la storia. Affermando che il pallone d'oro andava dato a lui e non a quello scarsone di Papin.
Ah Darko! Fagli una foto! 
19- Felice Centofanti
Ex corriere della droga tra Messico e Usa decide di darsi al calcio dopo 7 anni di detenzione a Chino nelle quali si rende famoso come l'ammazza-gang e assume il controllo del carcere. 
Simpaticissima persona (sul serio) dal grande senso dell'umorismo (sul serio!) dimostra anche un talento calcistico di poco inferiore a quello di un faggio. 
Che poi il punto è che l'Inter lo aveva scambiato per un difensore di razza pura..... 

18- Ciriaco Sforza
Svizzero di Svizzera noto praticamente solo per aver partecipato ad un film di Aldo Giovanni e Giacomo (quando facevano ancora ridere....molti anni fa). Che come quasi tutti i bidoni della storia nerazzurra ha segnato all'esordio. Per il resto fatico a ricordare se in serie A sia mai passato un giocatore più lento di lui.... 

17- Gilberto da Silva 
Ok. La principale dote di Gilberto era essere amico di Ronaldo. Per il resto non si è mai capito a cosa cacchio servisse. Però oh, 2 presenze 2 e un calcio in culo. TOP!

16- Silvestre 
Che poi la dote fondamentale dell'Inter è quella di cedere dei brocchi per poi scoprire che in verità erano giocatori fortissimi. Prendi questo francesino, cacciato dall'Inter e venduto tra le risate al Manchester United
All'Inter nella stagione 1998-99 colleziona 18 presenze. 
Al Manchester dal 1999 al 2008 ne colleziona  246 e porta a casa 11 trofei, tra cui una Champions...
Capolavoro di mercato in prospettiva.... 

15- Cyril Domoraud 
E poi la seconda tattica di mercato dell'Inter consiste nel cercare di ingaggiare i giocatori che non le servono solo perchè li vogliono gli altri. Nel 2000 Moggi era considerato il mago del mercato. E se lui voleva uno sconosciuto voleva dire che questo era fortissimo. Si....LOL!!!  

Bella pensata Morà! 
14- Grigorios Georgatos 
E poi venne il periodo balcanico. Emre, Sukur e, appunto, Georgatos. 
Forte lui. Come tutti i greci. Che la Grecia, si sa, ha sfornato un sacco di fenomeni..... 
In compenso a mio papà (interista) era molto simpatico. Ma per via della pelata. Ne valeva la pena. 

13- Franciscos Farinòs
Ma poi uno dice: " il Milan pesca sempre dalla Spagna e gli va bene....e chi siamo noi? Vuoi che proprio noi dell'Inter peschiamo male?". E giù la vagonata di soldi al Valencia per Farinòs. Che al Valencia ridono ancora.... 

12- Hakan Sukur 
Il Van Basten turco. Se Van Basten avesse avuto problemi con le anche e fosse stato affetto da strabismo. Ne parlai tre anni fa con un ragazzo turco tifoso del Galatasaray e da loro è una leggenda, complici 228 gol e 22 trofei vinti da protagonista assoluto
Quattro sono invece gli aggettivi che descrivono la sua carriera interista: FERMO, INUTILE, INADEGUATO e IMBARAZZANTE

11- Guglielminpietro 
Regola aurea: uno scarto dell'Inter che passa al Milan diventa forte.
Regola aurea/2: uno scarto del Milan che passa all'Inter resta uno scarto. 
Fine. 

10- Gonzalo Sorondo 
Pazzesca faccia da sberle che componeva una difesa da paura con Georgatos e Gresko,
Poi uno si chiede perchè non sia arrivato lo scudetto in quel 2002......beh, per una questione di giustizia divina!

9- Francesco Coco
Un interista appassionato scrive "lo prende nel culo ed è la sua dote migliore". Ecco, ora sapete perchè apprezzo gli interisti. 
Oh, conta poco il fatto che l'Inter per avere Coco abbia dato al Milan sua maestà Seedorf.... 

8- Domenico Morfeo 
E poi c'è quel grosso problema con i fantasisti...... 

7- Robbie Keane 
Immagino la scena. 
Moratti: "We Branca! Come si chiama quell'Irlandese fortissimo?"
Branca: "Keane! Dobbiamo prenderlo!"
Moratti: "'spetta.....come fa di nome?"
Branca: "Robbie mi pare...."
Moratti: "Robbie....o Roy?" 
Branca: "No, no! Robbie!"

E fu così che l'Inter prese il Keane sbagliato.... 

Coglionazzi! 

6- Andy van der Meyde 
Il classico giocatore che odio a morte. Talento puro e doti innate distrutte dall'alcool e dalla droga. E aveva uno zoo nel giardino di casa. Bidone e pure stupido. 

5- Fabian Carini 
Il periodo balcanico, i campioni presi a fine carriera e gli scambi alla pari. L'Inter.
E Carini, secondo portiere della Juve venne scambiato alla pari con CANNAVARO. 

lui se la ride ancora.... 
4- David Suazo
Che colpo! Che lestezza! 
Peccato che fosse un altro Amauri. ossia uno che va bene solo con le piccole..... 

3- Forlan e Zarate
Due in un colpo solo!
Che Diego Forlan era fortissimo. Peccato che sia capitato per le mani di Gasperini, Ranieri e Stramerdoni.... mica poteva fare i miracoli! 
Lui invece ha un sacco di problemi..... è il classico schizzato che vede complotti ovunque... 

2- Quaresma
25 milioni. Ecco perchè Moratti ora vuole vendere l'Inter.... 

1- Gresko
Che dire di un tizio che, nella foto, appare chiaramente spaventato dal pallone? Niente. A parte il fatto che un idolo dei tifosi. Della Juve. 
Grazie ancora, Vratislav, per il 5 maggio!