martedì 9 luglio 2013

The Lone Ranger. La recensione


Facciamo finta che ti abbiano chiesto se vale la pena di andare a vedere questo film. Domanda secca, senza se e senza ma. Riposta secca: si, ne vale la pena, senza alcun dubbio. 
Poi magari volete sapere il perchè. Bene, questa è una risposta che vi si da con calma.

Non è Jack Sparrow 
Con tutto quel parlare di Jerry Bruckheimer e Gore Verbinski che erano alla frutta e cercavano di riproporre il pirata sotto altro veste c'era il rischio di fare torto ad entrambi, agli attori e pure agli spettatori.
Tonto, l'indiano interpretato da Johnny Depp, è un personaggio geniale, unico e perfettamente riuscito. Che fa ridere in continuazione. E tanto, tantissimo e con il risultato di tenerti li per oltre due ore senza mai uno sbadiglio. Che poi è talmente riuscito da far passare in secondo piano un protagonista, il Lone Ranger appunto, che di suo avrebbe pochino da dire.
E questa era una cosa che andava detta. Alla faccia dei detrattori che sparano a zero prima ancora di vedere la pellicola. 
che per la nota questa è una delle gag più riuscite del film. Vedere per capire

Ritmo si, ritmo no. 
Ovviamente c'è anche qualcosa da criticare. Trattandosi di una via di mezzo tra una commedia ed un film d'azione non puoi fare a meno di far notare che funziona bene la prima delle due parti, ossia quella divertente. La parte più "adulta" invece risente dell'effetto Disney. Un cattivo troppo grottesco per poter essere preso sul serio, un protagonista che fa il pistolero ma non spara e quando spara non colpisce mai le persone e che per tutto il film non uccide mai nessuno. Che poi non capisci che senso abbia eliminare questo genere di violenza se poi nello stesso film vedi gente che viene travolta da un treno o che annega... 

il cavallo è un comprimario fantastico

Finalone pazzesco
Sarà un caso che le scene d'azione più riuscite siano quelle che compongono il lungo finale. Una sequenza fantastica tra treni che si inseguono e gente che fa cose fantasticamente assurde (in senso buono) al ritmo di una colonna sonora che ti ha fatto tirare un LOL considerevole.....QUESTA!
....dai diciamolo, il tutto ti aveva fatto saltare felice sulla seggiola, poco da fare!

Concludendo.... 
Ovviamente uno non può andare a vedere The Lone Ranger con l'idea di vedere un capolavoro immortale. Questo non passava neanche per la testa di chi il film lo ha realizzato tanto per dire. 
Però è un film divertente, che funziona e che gira attorno ad un personaggio di sicuro effetto e con un montaggio mica da ridere. E che alla fine ti fa uscire dal cinema di ottimo umore. E se per voi è poco.....

Ah si...Ruth Wilson 
Diciamo che ha una mascella con la quale potrebbe battere tranquillamente dei chiodi, però....

...rimane decisamente un grandissimo pezzo di....niente, è un film Disney, non si può dire.