martedì 17 luglio 2012

Biancaneve e il cacciatore. Molto, ma molto meglio del previsto.


E anche questa è fatta. Che ieri non avevo nulla da fare come circa tutti i lunedì. E allora via, al cinema che sto film mi incuriosiva. Come è andata? Abbastanza bene. 


Specchio specchio delle mie brame, chi è la più figa bella del reame?
Che sia un film di fantasia lo si nota quando lo specchio ci dice che la più gnocca è Kristen Stewart e non Charlize Theron. Ma se fosse uno specchio sincero avrebbe risposto alla bionda "tu ovvio! E la tizia lassù può tornarsene a fare quella cagata di Twilight e sukare!". Ma sarebbe finito tutto subito.

Oh, chiariamo la cosa subito.
Non si discute sul fatto che sta tizia con lo sguardo porco sia una gran gnocca...

però, raga, siamo 100 a 0 eh! 

Ok. Il film! 
Che il film mi ha sorpreso in senso positivo. Mi aspettavo una roba un po' così che strizza l'occhio al fantasy e basta. 
Invece no. Hanno messo in piedi un bel film che si rifà davvero alla fiaba di Biancaneve ma con quel tocco fantasy  che le dona a meraviglia. Mettendoci dentro la matrigna (ovvio!), la foresta stregata (realizzata a meraviglia), la mela (e sono riusciti  a dare alla cosa un senso notevole) il bacio del principe e i 7 nani. Che vediamo qui sotto (e sono tutti degli alcolizzati incazzosi che non puoi non adorare). E insieme a questo anche uno specchio decisamente diverso, la guerra, le fate e i troll. Il tutto in un connubio che funziona molto bene. 

La storia infatti è pure molto violenta, segnata da omicidi, battaglie, tradimenti e quant'altro. 
Ma soprattutto è stata data profondità ai personaggi. In primi la matrigna/strega Ravenna che non è solo una tizia ossessionata dalla bellezza, ma molto di più. Ringraziando una prestazione oggettivamente eccellente e appassionata della Dea Bionda di cui sopra ci viene offerto il quadro di una donna dilaniata dall'odio per gli uomini, dall'angoscia della mortalità e dall'ossessione per il potere. E anche uno scorcio sul suo passato fatto di dolore. Mi aspettavo la classica macchietta carica di crudeltà e invece abbiamo un personaggio complesso. E notevole. 
Biancaneve è, per necessità, un'altra storia. Li non puoi fare molto dato che il personaggio rappresenta tutto ciò che esiste di buono e giusto. E però alla fine anche qui hanno fatto un buon lavoro creando un personaggio interessante e coinvolgente che non ha nulla della candida fanciulla in preda alle forze del male. Poi la Stewart ha fatto il suo anche abbastanza bene...quel che è giusto è giusto. 
Degli altri citiamo solo Chris Hemsworth. Per dire che la sua capacità di non cambiare mai espressione sta diventando leggendaria. Per fortuna fa una parte importante ma non dominante e quindi gli basta il minimo impegno per fare bella figura. Peraltro è passato da Mjolinir a un'ascia....grande cambiamento... 

E quindi un film piacevole che mi ha sorpreso. Per la trama, per la capacità di introdurre elementi fantasy pur mantenendo gli elementi esteriori della fiaba e per la prova delle due attrici assolutamente di rilievo. 
Oh, andate pure a vederlo che non ve ne dovreste pentire.