lunedì 17 giugno 2013

Le Storie #9. Mexican Standoff


Una Storia (S maiuscola per necessità) che ti lascia la sensazione, molto gradevole per essere subito chiari, che Diego Cajelli si sia divertito parecchio. A fare cosa? Beh, tutto. A scriverla, a spiazzare i lettori (per fortuna dei lettori stessi) e anche, e la cosa ci sta tutta, a prenderli un po' in giro. 
Che se non si fosse capito a te questa Storia è piaciuta parecchio. E visto il finale ti lascia sperare che ci saranno dei seguiti.

Guarda il titolo, non la copertina! 
Perchè a vedere la solita splendida copertina di Aldo Di Gennaro uno subito parte a pensare agli alieni e ai rapimenti e alla solita storia vista e rivista. Ma come ha detto nel suo blog lo stesso Cajelli  questa è una storia post-ufologia. Dove lo spoiler non sta nella cover ma nel titolo. 
Una storia carica di citazioni, stracolma d'azione e con un ritmo serrato che ti ha fatto pensare ad una sceneggiatura mancata per un action movie di successo più che a un fumetto. E chiarisco che la cosa rappresenta un complimento. Tanto per... 

Kane & Lynch contro gli alieni e la malavita. 
La cosa che proprio ti ha fatto saltare felice come un bimbo è che nulla va come ti aspetteresti. Non c'è un solo sviluppo che sia prevedibile ne una sola scena che sia telefonata. E pure la soluzione al mistero alla fine risulta sorprendente e spiazzante. 
Nota a parte per i due personaggi principali: Reyes e Cipriano scalciano talmente i culi che vorresti una serie dedicata solo a loro due.                    
Unica pecca di quest'albo è, a conti fatti, il finale troppo veloce. Non che a livello di ritmo non sia coerente con il resto dell'albo. Semplicemente, condensato in così poche pagine, finisce per essere un po' troppo caotico. Ma è una goccia nel mare. 


Disegni
E si era anche parlato dei disegni di Matteo Cremona. Cosa più che giusta vista la qualità altissima degli stessi. E soprattutto perchè ci sono storie che, come in questo caso, non riusciresti a immaginare con dei disegni diversi. 

Quindi... 
Una bella Storia che non cerca di essere un capolavoro, ma semplicemente (si fa per dire) di essere divertente. E ci riesce. Eccome se ci riesce! 

Valutazione
Soggetto: 7
Sceneggiatura: 7.5
Disegni: 8