sabato 26 aprile 2014

Dylan Dog #331 - La morte non basta

Ne parli in poche righe per il semplice fatto che è quasi passato un mese dalla data della pubblicazione. Ma alla fine ci tenevi a parlare di questa storia che peraltro si presenta pure con una copertina parecchio interessante. 


"La morte non basta" è una delle migliori storie dedicate all'indagatore dell'incubo che hai letto negli ultimi tempi. E questa senza alcuna necessità di essere neppure vagamente scambiabile per un capolavoro. Per di più che non ci prova neppure ad essere tale. Semplicemente è una black comedy, dove il filo conduttore, ossia temporaneo ritorno in vita di persone morte serve a mettere in scena una lunga sequela di sketch che certo sono piuttosto macabri, ma che pure riescono ad essere "divertenti", meravigliosamente cinici e in certi casi contengono anche una certa profondità di pensiero. 
Il fatto poi che la storia non abbia ne capo ne coda, ovvero al materializzarsi del problema segue una sfilza di ipotesi e indagini che non conducono a nessuno soluzione lasciando l'eroe a mani vuote rappresenta  un elemento in più che rende il mix ancora più gradevole.  
Alla fine è una storia senza morale, abbastanza assurda e che non da alcuna soddisfazione ne soluzione. E quindi è una storia molto bella che hai letto davvero volentieri. Complimenti a Di Gregorio! 

Ah! Se la storia ti è piaciuta è anche perchè ai pennelli i fratelli Cestaro ci hanno messo una buona dose di qualità, per cui complimenti anche a loro.

Voto? Un bell' 8 complessivo a tutto...