domenica 13 aprile 2014

Agents of Shield 1x17 - Due di fila? Ma davvero?


Settimana scorsa si parlava del mezzo miracolo che aveva portato i debosciati che mettono in piedi questa serie a tirare fuori un episodio che non solo era decente, ma addirittura si poteva definire bello. E sette giorni dopo? Beh, sette giorni dopo, grazie ad una misteriosa congiunzione astrale che vede allineati tutti gli astri da qui al Great Sloan Wall (per i nerd: un oggettino vasto circa 1,37 miliardi di anni luce... ) ne esce un altro episodio gradevole e ben fatto.... cazzo....sta a vedere che ne esce una serie decente... 


La ragione del successo è semplicissima: della puntata non ci si capisce nulla.
Cosa che sarebbe pessima per una serie di altro genere, decisamente meno per una che ha come protagonisti degli agenti segreti in lotta contro organizzazioni occulte. E infatti la storia prima va in un modo, poi cambia, torna a girare su se stessa, fa un carpiato e alla fine entra in acqua nella piscina di fianco a quella di partenza. Il tutto tenendoti li fisso allo schermo in attesa di capire cosa cacchio stia succedendo.

Meglio: la sorpresa finale alla fine ti ha spiazzato per davvero e ti ha riportato alla mente alcuni brevi colloqui delle puntate precedenti e alcune inquadrature al tempo senza senso,.... pensa un po'... 


Nel mezzo ci abbiamo pure guadagnato qualche personaggio, tipo Coulson che diventa un personaggio finalmente di livello, Fitz che smette di rompere i coglioni e Ward che per una volta fa a cazzotti con una scenografia decente. E piazzaci pure che finalmente tutte le stronzate dietro al mistero di Coulson sono finite e sepolte e abbiamo fatto centro. 

Certo ci è voluto solo quel filmone della madò che è Captain America: The Winter Soldier per porre rimedio ad una serie che ti aveva davvero rotto le balle, ma oh, alla fine il risultato è onesto...

AH! Settimana prossima torna lei...