mercoledì 8 febbraio 2017

Una vita da impiegato


Sveglia.
Ufficio.
La faccia è di quelle di chi avrebbe dormito altre 4-5 ore dopo una notte passata nel tentativo di addormentarsi. Ce l'ho fatta. Erano le 5.30 e poco dopo è suonata la sveglia.
Traffico.
Uno ti suona.
Un'altro ti urla di levarti dal cazzo con quella macchina di merda. Che poi io ho una Serie 1 e lui una Punto, quindi la merda dovrebbe avercela lui sotto al cofano, ma son dettagli.

Arrivi in ufficio. Sbadigli, occhi pesanti e le solite battutine del cazzo sulle tue occhiaie da tossico. Che la gente dopo mezzo milione di anni di evoluzione non ha capito una cosa: sono miope, per cui HO SEMPRE AVUTO LE OCCHIAIE PORCAMADONNA!

Suona il telefono dell'ufficio. Osservi il malvagio oggetto sperando che il tuo odio lo faccia saltare in aria. Niente, suona ancora. Guardi attorno a te per capire chi può rispondere al posto tuo.
Una collega cerca cose nella borsa, tipo come quando ero a scuola e guardavo nello zaino sperando che questo mi salvasse dall'interrogazione.
Un altro collega casualmente sviene mentre il suo compagno di scrivania di colpo ricorda di aver parcheggiato senza mettere il disco orario.
Resta una sola collega, ma lei ti sorprende e ti offre una scopata in giornata se le risparmi lo sforzo.


Vabbè, nella vita bisogna anche accettare di fare cose che non ci piacciono per cui rispondo.
Dall'altra parte della cornetta una persona con problemi affettivi e di autostima decide che le 8.30 son un buon momento per scaricarti contro tutta la sua rabbia. Ripensi al letto. Poi pensi alla collega e decidi di stare calmo.
- Siete degli incompetenti! -
Giusto, l'ossesso sta ancora urlando mentre tu pensi a figa e tette.
- E lei non capisce un cazzo!- mi urla con rabbia. Io devo ancora dire "buongiorno", ma tanto fa tutto lui.
- Buongiorno-, ci provo, magari se lo saluto capisce che non sta parlando ad una segreteria inanimata, - posso aiutarla?
- LEI? COSA VUOLE FARE LEI? IGNORANTE! LADRIIIIIII"


Ora parlerò brevemente di scienza per spiegare quello che sta succedendo.

L'interazione gravitazionale (la gravità nel linguaggio comune) è una delle quattro interazioni fondamentali note in fisica.
Nella fisica classica è interpretata come una forza di attrazione conservativa agente fra corpi, la cui manifestazione più evidente nell'esperienza quotidiana è la forza peso.

Tradotto
Se alle 8.30 di mattina chiami incazzato un'assistenza telefonica e urli di tutto in faccia al povero cristo che ti risponde per il solo fatto che per pagare un mutuo va bene un qualunque lavoro dimmerda, state pur certi che in quell'ufficio, causa forza di gravità che spinge la cornetta del telefono verso il basso, si verificherà il seguente evento come conseguenza immediata delle vostre parole:

Respiri, allunghi le gambe sotto la scrivania ed emetti un peto silenzioso. Sei sereno.

DRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIINNNNNNNNNNNNNNNNNNN

I colleghi ti guardano.
Poi come in un dejavu rivedo le stesse scene di prima.
Ora, voglio dire. Nella borsa di una donna possono esserci tante cose. Uno può anche stare male più volte e sicuramente una donna può offrirmi la mercanzia quante volte vuole. Ma quante cazzo di volte puoi dimenticarti di mettere il disco nell'arco della stessa mattinata?

- Si, pronto, buong...
- NON FUNZIONA UN CAZZOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!"
Mi chiedo se sia così dappertutto in tutte le aziende del mondo. Cioè, nel senso...perchè la merda cade sempre sulle stesse scrivanie? Perchè il lavoro sporco viene lasciato a chi è più "nuovo" mentre chi è li da più tempo tende ad abusare degli spazi che gli sono concessi per fare meno di quanto dovrebbe? Capiamoci: quello di sbolognare agli altri e in caso cazziarli se sbagliano è un istinto umano. Ti fa sentire superiore. Ma è anche deficienza. Non è che la chiami in altro modo.

Mentre elucubro su queste e altre cose il vecchissimo Pc che mi hanno fornito finalmente si avvia e vedo apparire il tipico wallpaper di un classico impiegato annoiato sentimentalmente e frustrato lavorativamente
...e dicevo, mentre si avvia il pc mi accordo che un tizio sta ancora urlando nella cornetta.
- Scusi, lei chi è?-, che ad un certo punto ad uno vengono anche le curiosità nella vita.
- AH BENE! FATE FINTA ANCHE DI NON RICONOSCERMI!"
- No, sul serio, chi diavolo è lei?
- UFFF, va bene, starò al suo gioco -. Vorrei sapere di che gioco parla, giuro.
- Sono l'utente,- dice convinto, - PM2468, il Dott. Vaschetta!
- Ok, lei sa che noi non abbiamo nessun indicativo di quel tipo per i nostri clienti?
Per un attimo è come se il tempo si fosse fermato. Ora lo sento distante.
- Non siete la Digitex voi?
- No.
- Ah... ok, niente, arrivederci!
- Fanculo!

Bene, esaurita la quota di ritardati dovrei avere una giornata normale.
DRIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIINNNN
Stavolta faccio da solo e rispondo. Suona muto. Alzo lo sguardo. La collega che me la deve dare questa sera ha risposto al posto mio.
Mi guarda malissimo.
È il cliente che mi ha fatto spaccare la cornetta.
Ok, anche per stasera non si tromba. 
Dai, almeno ho il wallpaper che... 

DIOBOIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!