venerdì 3 ottobre 2014

Quello che avresti fatto in altre epoche storiche

Sono vivo. E sono abbastanza stanco. Non che sia una cosa grave visto che poi va tutto bene (gufata, ora mi sto toccando le palle...e ve lo dico per regalarvi un'immagine bellissima..). Però in effetti è un bel pezzo che non aggiorno il blog e magari è pure ora. E oggi mi dedico ai ricorsi storici rispondendo alla domanda che nessuno mi ha mai posto, ossia...beh avete letto il titolo, dai, non facciamo i precisini senza senso. 

Oggi
Quello che faccio oggi, lo so è una palla ma poi entriamo nel vivo, è dare assistenza a dei notai (o meglio alle impiegate) per l'utilizzo di un programma con cui lavorano. Se butta bene vai anche negli studi a fargli consulenza. Ok, fine della parte seria. Andiamo con quello che vuoi scrivere realmente.

Antica Grecia
Facile. Un debosciato allievo di Socrate. Che poi fa finta di saperne a pacchi al solo scopo di diventare un oratore della polis. E sto cazzo...vita da nullafacenza e a scrocco. TOP! 

Roma, periodo repubblicano.... male, molto male! 
Che a te la Roma imperiale non appassiona, ma quella repubblicana piena di mimmate politiche ti piace assai.
Sarei nato plebeo (che palle), quindi niente posti nella pubblica amministrazione, niente carriere sfolgoranti (non che oggi....), ma in compenso sarei stato un eccellente mezzadro.....mamma mia...mi sarei sparato se ci fossero state le pistole....quindi niente, avrei fatto il mezzadro e tanti saluti.... BOCCIATO! 


Europa, un posto a caso nell'anno 1000
Siccome sempre plebeo sono (e pure mezzadro), avrei fatto la furbata. Il prete. Che essendo tu ebreo è una cosa un po' del cazzo da dire e fare, però..... però avresti scopato di brutto, mangiato a scrocco e avresti vissuto senza fare mai un cazzo. Certo, dire messa è una rottura di coglioni, ma c'era il latino, quindi senti, chissene...APPROVATO CON RISERVA

Alle crociate 
Siccome quella del mezzadro non è la tua vita sai che fai? Tiri sega. E te ne vai a fare una gitarella giù per la Terra Santa. Solo che, porca di quella madonna (per restare in tema di santità), non te lo avevano mica spiegato che non era una gita ma un incontro di pugilato con gente che a differenza tua ha una spada vera e non un forcone dimmerda....sai che fai? Torni a fare il mezzadro e fanculo.. 

Da qualche parte nel 1453
Siccome hai la rara dote di essere sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato e stai pure tornando su al nord dalla crociata andata a puttane, di certo avresti scelto di fare le ferie a Costantinopoli nel 1453, incurante delle voci per cui i Turchi erano pronti all'attacco finale. Che si sa come sono i media, gonfiano sempre tutto e si inventano le cose siccome sono servi del sistema dominato dai rettiliani illuminati di Baviera (tiè complottisti, sukare!) 
Una scelta geniale, evocativa e importante. Peccato per la sciabolata che ti sarebbe arrivata in piena schiena all'uscita della caffetteria in centro....EVOCATIVO, MA ANCHE NO.

Francia 1789
Siccome oltretutto sei  pure un gigantesco rompicoglioni di sicuro avresti preso parte alla rivoluzione. Anche perchè dopo 2000 anni cominci ad averne le palle piene di fare sempre il mezzadro.... Ma a modo tuo. Cioè che la Bastiglia l'avresti vista con il binocolo, il periodo del terrore lo avresti vissuto pacatamente dall'Inghilterra, la guerra della prima coalizione l'avresti persa facendo sega e avresti fatto il tifo per Napoleone dalla riva opposta dell'Atlantico. Ovviamente tornando in Francia, per qualche oscura ragione saresti diventato un commerciante di cognac e circa 150 anni dopo un tuo erede avrebbe dato la spinta per creare l'Unione Europea (sukate ancora complottisti!). 
RIVOLUZIONARIO SI, COGLIONE NO

Russia, verso la fine dell'800 e i primi del 900
Essendo tu un intellettuale di bassa lega di certo saresti stato un feroce anarco-insurrezionalista. Di quelli duri e puri con la vita da uomo duro e puro. In Russia ovviamente ci saresti finito per una frode sulle vendite di cognac, ovvio. Quindi, come da tradizione russa, me ne sarei rimasto a leggere libri (che te la letteratura russa la ami per davvero) su una bella poltrona in un salotto aristocratico di San Pietroburgo. Magari bevendo Vodka e sbraitando contro il potere borghese e plutocratico. 
APPROVATO

Prima guerra mondiale 
Vuoi credere che al suo scoppio avresti già avuto 52 anni. Fanculo, giovani, andate in guerra, fatelo per il paese! 
LO STRONZO

Seconda guerra mondiale 
Il Karma. Hai l'età giuste e la Russia te la becchi tutta. Ma siccome sei un malefico bastardo neppure patriottico la fai a modo tuo. Diserti all'altezza di Udine e da li arrivi al confine russo facendoti tutte le osterie. Va da se che in Russia a quel ritmo ci arrivi nel 1997...