sabato 30 agosto 2014

Due pareri sulla Serie A 2014-15....che tanto per parlare...

Tanto non ci becchi mai, quindi butti la due opinione tanto per fare. Che è sabato e hai tempo. 

2+1 per lo scudetto

Si respira aria di fine regime dopo 3 scudetti targati Juve. Metti il cambio di allenatore (anche se, paradossalmente, Allegri è al momento il solo tecnico che abbia vinto uno scudetto...il che la dice lunga sul declino del nostro calcio...), mettici anche il cambio modulo e mettici che al momento dal mercato sono arrivati dei buoni giocatori (Evra, Romulo) e delle scommesse (Pereyra, Morata, Coman) ma non un altro fuoriclasse in stile Tevez. Ci siamo lasciati con 102 punti e 80 gol, ma confermarsi sarà difficile.


E allora sotto sotto tutti consideriamo favorita la Roma. Sia perchè ha fatto un mercato notevole (dall'esperienza a parametro zero di Cole e Keita allo scippo di Iturbe), sia perchè già l'anno scorso ha chiuso ad 85 punti, sia perchè si riparte da solide certezze. 



Ci sarebbe anche il Napoli uscito a pezzi dal preliminare di Champions (se la differenza tra la quarta della Liga e la terza del nostro campionato è questa allora stiamo messi davvero MOLTO male) e protagonista di un mercato interlocutorio che forse al netto delle cessioni ha indebolito la rosa. Aria pesante e di contestazione che non promette bene, ma meglio non dare mai nulla per scontato... 

Mine vaganti

Mi incuriosisce parecchio l'Inter che resta secondo me, assieme alla Roma, la squadra che si è mossa meglio sul mercato (e praticamente senza spendere). Non è al livello di Juve, Roma e Napoli, ma di certo si è rafforzata in tutti i reparti e con un po' di fortuna può puntare al terzo posto. 

La Fiorentina è rimasta quasi immobile e ha passato la maggior parte dell'estate a cercare di capire quale potesse essere il destino di Cuadrado. Resta il fatto che se mai riusciranno a mettere in campo la coppia Rossi-Gomez potranno insidiare il terzo posto con una certa pericolosità.

Enigmi 

Ci sarebbe anche il Milan di cui si deve parlare per onore di cronaca. Zero soldi investiti sul mercato e un paio di colpi alla Galliani (Menez, Alex, Diego Lopez) che ti lasciano abbastanza perplesso. Inquietante il finale della soap opera "Alla ricerca di un attaccante". Si parte dal fortissimo Jackson Martinez, passando poi per Lavezzi, vagheggiando Falcao e finendo per prendere un giocatore morto da tre anni che risponde al nome di Torres. 20 gol in 110 partite a confronto dei 26 in 43 partite segnati da Balotelli con la maglia del Milan. 

In cerca di conferme
Il Parma che deve riprendersi dalla delusione europea (cose che mi lasciano sempre abbastanza perplesso), il Torino che si è privato di Immobile e rischia di perdere Cerci e l'Hellas Verona che ha perso molti pezzi pregiati, ma che ha portato a casa dei giocatori piuttosto interessanti.

Auguro alla fine ogni, ma solo calcisticamente parlando, ogni male possibile a Zeman e Stramaccioni. Che l'esonero sia con voi! 

Insomma....chi vivrà vedrà. E buon divertimento.