venerdì 25 settembre 2015

I 10 lavori da dipendente pubblico che avresti tanto voluto fare....(Parte I)

...peraltro somiglia parecchio alla tua colazione...manca solo il gabinetto...

......se non fosse che credi anche che nel lavoro servano degli stimoli. Vabbè, cose da dire ogni tanto per fingere di essere persone con una missione, anche se la sola missione è andare al bar appena finito di lavorare e lasciarsi trascinare verso nuove vette di degrado e marciume. Fuck yeah!
Ma tutti abbiamo pensato ad un lavoro nella P.A. anche solo per poterci dedicare in maniera efficace e continutiva alle pause caffè.
Ecco allora la lista dei dieci posti pubblici da conquistare a tutti i costi se la vostra voglia di lavorare è pari a quella di un tedesco in gita a Lignano di vestirsi bene e se la vostra più grande aspirazione è quella di fare il parassita alle spalle della società o anche solo lo zimbello dei dipendenti privati invidiosi della vostra quiete. 


1- Il giudice militare
Calcolato che l'Italia non combatte una guerra dal 1945 (in casa almeno...fuori andiamo a rompere i coglioni senza tanti pensieri) ti sei sempre chiesto cosa diavolo faccia un giudice dell'ordinamento militare. Non è un luogo comune, è proprio vero. A pensarci non stai neanche sfottendo visto che gli stessi lo dichiarano apertamente chiedendo pure di essere usati in modo più utile. Però oh, metti che ci siano posti liberi e il vostro vero talento sia scaldare una sedia.
N.B; è richiesta una laurea conseguita in modo serio e va fatto un concorso....quelle tre volte al mese in cui lavorate dovete comunque essere in grado di farlo. 

2- La Camera di Commercio
A parte il fatto che ci potete entrare solo per linea di sangue. Ma metti mai che facciano davvero un concorso onesto. 
Ora parli per esperienza personale.
Maggio 2011. Ti rechi alla CCIAA per chiedere una visura camerale (noia a palla...), Entri e nessuno ti si caga manco di striscio. Ergo ti rechi al primo sportello aperto. Che è pure l'unico. Un tipo seduto dietro al bancone ti guarda storto.
Lui: "Cosa vuole?"
Tu: "Buongiorno anche a lei..."
Lui: "Non faccia lo spocchioso..." (si inizia bene...)
Tu "Vabbè...vorrei chiedere una visura..."
Lui "Eh...ma qua è chiuso..."
Tu "Come chiuso? Dove sta scritto?"
L'omino estrae un cartellino da un cassetto con scritto sopra CHIUSO e me lo mette davanti. La conversazione termina. La tua strada verso l'inferno come conseguenza delle bestemmie invece inizia quel giorno.
Consigliato a chi è stronzo dentro.

3- Dipendente del tavolare
A tutti quelli che parlano male del catasto dici che tu non puoi unirti a loro. Sarà il caso (ma anche no) ma hai sempre trovato impiegati clamorosamente solerti. Al tavolare è un pelo diverso. Ne hai frequentato per lavoro solo uno, quello di Trieste. Non sembrava male come ambiente, ma non hai capito a cosa servano i dipendenti in un luogo che funziona come un self-service..... bei libroni però, ricordi di esserti preso un'allergia da paura per merito di tutta quella cazzo di muffa... 
Consigliato a chi ha anche una salute di ferro...



4- Autorità portuale
No, non ancora Trieste, ma stavolta Venezia.
Nella mia vita mi sono fatto molte domande angoscianti. Quale era il significato del finale di Lost? C'è l'anima nel corpo di un ingegnere? Esiste davvero la Coca-Cola alla ciliega? Se si, che sapore ha? E perchè sei il solo italiano che non ne ha trovata neppure una bottiglia a Londra? A tutte hai dato una risposta.
Ti resta una sola domanda: cosa fanno all'autorità portuale di Venezia? E no, leggere quello che dicono di se stessi non vale. Intendo cosa fanno veramente.
Consigliato agli amanti del mistero.

 5- Commissariato per la liquidazione agli usi civici
Dai... non ditemi che devo anche spiegarvelo.
Per gli amanti dei volumi antichi pieni di nozioni che già sapete..... tipo la Bibbia, ma laica.


Alla prossima. Magari stavolta la parte II la scrivo davvero.