martedì 17 febbraio 2015

Le Storie #29 - La battaglia di Marengo


Soggetto: Pasquale Ruju
Sceneggiatura: Pasquale Ruju
Disegni: Franco Saudelli


Marco e Blanche si incontrano per caso. E già che ci sono vanno a Marengo. E già che ci sono cominciano a raccontarsi la storia della Battaglia di Marengo. Non quella vera e conosciuta dalla cronache degli storici, ma quella che si tramandano nella famiglia di Blanche, fatta di amori, gelosie e tutto il resto. Che detta così sembra la prefazione di una storia del lenga, ma a leggerla è invece una storia piacevole e molto godibile che ti offre una mezzora (tempo di lettura) divertente. Che quando leggi un fumetto tende ad essere quanto basta a farti sentire contento. 

Sul campo di Marengo
Il paradosso di una storia che ti è piaciuta dall'inizio alla fine sta nel fatto che questa non ha nulla o quasi di originale. Fin dall'incontro iniziale tra due dei protagonisti e procedendo con i successivi sviluppi (dall'apparizione del tamburino ai colpi di scena che seguono) siamo nell'ambito del "già visto".
Solo che c'è modo e modo di raccontare quel "già visto" e c'è modo e modo di utilizzare dei topoi narrativi. Ruju per dire la racconta bene (la storia intendo), senza perdersi mai in particolari insignificanti (che renderebbero banale la narrazione) e senza cercare troppo il sensazionalismo ed anzi, a ben vedere, smonta lui stesso il primo grande colpo di scena usando in maniera egregia il pretesto del racconto narrato da Blanche a Marco.
Va da se che poi hai un debole per le avventure che fanno ricorso alla storia vera, specie se questa viene usata con dovizia di particolari e attenzione al dettaglio e francamente chiedere maggior precisione e realismo (almeno nelle ambientazioni e nelle grandi vicende) ad uno scrittore è quasi impossibile (si rischia nel caso di trasformare la narrazione in un saggio storico che a te affascina sempre, ma magari ad altri lettori apparirebbe un pelo noioso).

In sostanza (e per farla breve) "La battaglia di Marengo" è un bell'albo che gira attorno ad una storia gradevole popolata da personaggi ben delineati e affonda egregiamente le sue radici in un antefatto storico di assoluto fascino(1)


Voto
Soggetto: 7
Sceneggiatura: 7.5
Disegni: 7.5 


(1) Sono poco oggettivo in questo caso: adoro la storia e l'epopea napoleonica è sempre stato il tuo argomento preferito.... farmi contento era davvero facile...