sabato 10 dicembre 2011

Fear Itself

Mi pare doveroso ricordare (con grave ritardo) l'avvento nelle nostre edicole e fumetterie del nuovo Crossover Marvel Fear Itself. Penso che ci siano tutti gli elementi necessari per assistere ad un nuovo capolavoro come non si vede dai tempi dell'indimenticabile Civil War, o quanto meno questa è l'impressione che ne ho avuto dopo aver letto il primo numero della miniserie (copertina qui sotto) e gli eventi collaterali presenti sui numeri di novembre di Thor e Iron Man.


La trama è presto detta. 
Sin, figlia del Teschio Rosso, prende possesso di un antico martello riportato dal padre sulla terra. L'effetto di tale ritrovamento va ben oltre le sue attese, dal momento che al contatto con lo stesso viene trasmutata in Skadi (leggendaria gigantessa della mitologia norrena). 
Nel mentre Tony Stark, affiancato da tutti i Vendicatori, annuncia l'imminente inizio dei lavori per la ricostruzione di Asgard (caduta sulla Terra e distrutta durante gli avvenimenti della miniserie "Assedio"), vista come grande occasione di rilancio dell'economia e quindi grande possibilità di benessere. 
Le cose però non vanno come sperato. Sin/Skadi scende nella fossa delle Marianne, dove risveglia il Serpente, fratello incatenato di Odino, che egli considera un usurpatore e al quale intende muovere guerra. 
Odino viene a conoscenza del fatto e dopo un furioso scontro con Thor riporta Asgard nel suo luogo di origine, lasciando i Vendicatori da soli di fronte all'imminente minaccia che nel frattempo si materializza dal cielo sotto il misterioso nome di "Valorosi"....  


Per il resto chi vivrà vedrà. Bye!