lunedì 29 agosto 2011

Coppa del mondo al via


Il 9 settembre inizia la Coppa del Mondo di Rugby, giunta alla sua settima edizione.Paese ospitante: Nuova Zelanda (che palle...le partite alle 3 di notte....vabbè andrò giù di differita...).
La prima fase è articolata in 4 gironi da 5 squadre, al termine della quale le prime due di ciascun girone accederanno alla fase finale ad eliminazione diretta. I gironi sono i seguenti:

Pool A: Nuova Zelanda, Francia, Tonga, Canada, Giappone
Pool B: Argentina, Inghilterra, Scozia, Georgia, Romania
Pool C: Australia, Irlanda, Italia, Russia, Usa
Pool D: Sud Africa, Galles, Fiji, Samoa, Namibia.

Una breve analisi. Il primo girone è quello più affascinante visto che sia gli All Blacks (forse nella versione più forte degli ultimi 15 anni) che i Bleus sono tra i favoriti per la vittoria finale e a tal proposito lo scontro diretto potrebbe già dire molto (si ricorda tra l'altro che nel 2007 la Francia eliminò la Nuova Zelanda ai quarti dopo una partita arbitrata davvero molto male...a senso unico per gli allora padroni di casa che segnarono la meta decisiva grazie ad un colossale passaggio in avanti...).
Le altre sono comparse.


Il secondo girone dovrebbe essere meno equilibrato di quanto non appare sulla carta. L'Argentina gioca bene, ma la squadra che 4 anni fa arrivò terza battendo la Francia per ben due volte (nel girone iniziale e poi nella finale per il bronzo) non c'è più ed anzi i Pumas stanno attraversando la classica fase di ricambio generazionale. Certo, la presenza di talenti puri come Contepomi ed Hernandez lascia aperte le speranze di fare una bella figura, ma alla fine i quarti di finale sembrano l'obiettivo massimo raggiungibile. La Scozia le contenderà la qualificazione anche se la discontinuità dimostrata negli ultimi 4 anni non fa ben sperare. Anche se dare per spacciata una squadra che dal 2009 ad oggi si è presa lo scalpo di Sud Africa ed Australia non è la migliore delle idee.... Nettamente favorita nel giorone è la giovanissima Inghilterra (23 anni la media), fresca vincitrice del 6 nazioni che sembra aver trovato una serie di campioni come non accadeva dal 2003 (anno della cavalcata trionfale al mondiale australiano). Si consiglia di fare molta attenzione a Ben Youngs (22 anni), Tuilagi (20 anni) e Ashton (24 anni), tanto per fare qualche nome. Ma anche alla tipica mentalità inglese che nel 2007 è bastata a portare una squadra ben più debole di questa ad una inattesa finale.

L'Italia delle eterne delusioni è nel terzo girone. Inarrivabile l'Australia (fresca vincitrice del Tri Nations dopo una battaglia epica con la Nuova Zelanda conclusasi con un colpo di genio di Genia quando stava per mettersi davvero male), che molti vedono come la vera e (un po' eccessivamente) unica rivale degli All Blacks. Le possibilità di qualificazione degli azzurri dipendono dalla prestazione dell'Irlanda che viene da 4 sconfitte consecutive nei test match e sembra decisamente in fase di declino, causa un difficoltoso ricambio generazionale. Sexton gioca molto bene, ma non è ancora O'Gara, mentre ancora non esiste un ricambio vero all'acciaccato O'Driscoll. Sarebbero ottime notizie se non fosse che nell'ultimo  6 nazioni l'Italia affrontò un'Irlanda priva di ben 11 titolari e ne uscì ugualmente sconfitta (nella partita più irritante degli azzurri durante il torneo).

Il Girone D promette qualche sorpresa. Il Sud Africa viene da due anni molto difficili in cui è stato surclassato sia dalla Nuova Zelanda (con cui ha perso 4 delle ultime 5 sfide) che dall'Australia (3 sconfitte consecutive la serie in corso). Ovviamente arriverà ai quarti, ma poi dovrà lottare per andare oltre, specialmente se l'avversario dovesse essere l'Irlanda. Quindi poche possibilità di vincere per la terza volta la coppa.
Il Galles di solito ai mondiali delude (nel 1991, 1995 e 2007 non ha superato la prima fase) e tende ad avere enormi difficoltà contro squadre come Samoa (da cui fu eliminato nel 1991) e Fiji (stessa sorte nel 2007). La squadra a dire il vero non sembra così forte, anzi quella del 2007 forse era meglio. E Fiji a luglio ha vinto a Sidney contro l'Australia. Nulla impedisce che ancora una volta le cose vadano malino....

I favoriti in sostanza sono 4: Nuova Zelanda (che gioca pure a casa sua), Australia, Inghilterra e Francia.
A mio parere quelli da tenere più d'occhio sono i transalpini, capacissimi di perdere miserabilmente contro squadre mediocri come di battere gli All Blacks dando loro una lezione memorabile..dipende da come si svegliano...

Ricordo i vincitori delle passate edizioni:
1987 - Nuova Zelanda
1991 - Australia
1995 - Sud Africa
1999 - Australia
2003 - Inghilterra
2007 - Sud Africa

E questo è tutto. Divertitevi!