giovedì 3 marzo 2016

Narcos (serie 1) e l'imbecille (cioè tu) che non voleva guardarselo

Dove con "cioè tu" intendi la tua persona, non un generico indviduo qualsiasi. 
Ci sei arrivato dopo. Che alla fine le serie restano li ad aspettarti e non è che se non le vedi appena escono perdono valore. Oltre al fatto che è anche bello parlare delle cose dopo che tutti i grandi esperti hanno finito di discettare del sesso degli angeli. Per le persone concrete poco avvezze alle metafore: scrivo questo parere sulla serie dopo che milioni di esperti con la licenza elementare comprata a nero hanno finito di dire che è "una merda" o "un capolavoro". Che è questa la cosa triste: nel mezzo il nulla, sembra che non esista più qualcosa di "carino", "divertente", "piacevole". Esistono solo la merda e le figate. E tanti saluti alla lingua italiana e alla capacità di analisi. 


In breve: cosa ti è piacuto
1 - L'assenza di una chiara linea di demarcazione tra "buoni" e "cattivi". 
2 - L'immagine cinica di una lotta alla droga che trascura il vero motivo per cui viene portata avanti, ossia la difesa delle potenziali vittime, per trasformarsi una guerra tra parti. Laddove non sai per che parte fare il tifo.
3 - La graduale trasformazione di Escobar. Lungi dal farlo mai apparire una brava persona (ci mancherebbe anche!) la sceneggiatura si preoccupa di definirne la trasformazione da furbacchione con le mani in pasta a terrorista paranoico. 
4 - La discreta cura con cui è stata rappresentata la Colombia. Che vi piaccia o meno è davvero un paese magico.
5 -  La quantità di personaggi ben delineati e mai utilizzati a sproposito.
6 -  Ma soprattutto il fatto di aver reso ancora più chiaro del solito che il narcos non vende merda perchè è malavagio, ma perchè ci fa un sacco di soldi.


Cosa non ti è piaciuto
1- Il fatto che manchi un chiaro riferimento agli effetti che la lotta alla droga ebbe sulla società colombiana e su quella americana. Qualche riferimento nel primo caso. Nulla nel secondo. Un bel modo di nascondere una realtà: un produttore (che sia di coca o di cioccolato fondente non fa differenza) vende laddove esiste il mercato. Se gli USA si fossero davvero mai preoccupati di combattere quel tipo di smercio Escobar avrebbe continuato a produrre gangja e vendere televisori a nero. Le serie di questo genere ti piacciono. Nascondere la polvere sotto al tappeto molto meno.
2- Quella parte di trama in cui Gaviria viene fatto passare per un debole perchè accetta l'accordo con Escobar e rifiuta l'aiuto americano. Ecco: rifiutare che un paese estero schieri le sue forze e casa tua non è codardia. È solo buon senso. Che gli americano lo capiscano o meno.

Infine
Ti è piaciuta. Meno di altre serie Netflix, ma comunque ti è piaciuto molto più di tante altre serie che pure hai visto e apprezzato.
Non ti ha necessariamente convinto il modo in cui è stata trattata la guerra, vista quasi come una questione personale. Ma è pur sempre questione di gusti.